domenica, novembre 19, 2017
Home > Cultura > Villa Varaldo e Villa Gavotti: la Provincia riprova a metterle in vendita

Villa Varaldo e Villa Gavotti: la Provincia riprova a metterle in vendita



di - 10 novembre 2017, 8:06

Palazzo Nervi ripropone il programma di dismissione degli immobili di cui è proprietaria ma che prevede di non utilizzare per lo svolgimento delle (superstiti) funzioni fondamentali della Provincia di Savona. Si tratta praticamente degli stessi beni che figuravano nel piano di due anni fa e delle stesse stime di valore (complessivamente quasi 9 milioni di euro), che pur non essendo esagerate con ogni probabilità non renderanno semplici, vista la stasi di mercato, i tentativi di vendita che saranno intrapresi di qui alla fine del 2019.

Il pezzo più “pregiato” è rappresentato dalla villa con parco che in via Amendola, nel quartiere savonese della Villetta, ospitava le attività del centro di formazione professionale Varaldo: 2,5 milioni di euro. Una splendida palazzina, tra i quartieri di Villetta e Valloria, di 2.400 metri quadrati, distribuiti su tre piani, con un parco di 4.600 mq, vista mare, Si ferma invece a 1 milione 784 mila euro la valutazione dell’ex caserma Carmana di via Famagosta, sempre a Savona, che in modo ricorrente compare nelle ipotesi di recupero urbanistico del complesso storico di San Giacomo e del dismesso terminal Miramare delle Funivie.  Di più recente costruzione è invece l’edificio di via Trilussa che ospitava il Provveditorato agli Studi: cinque piani di proprietà, stimati 1 milione 458 mila euro. Sotto questa cifra c’è Villa Gavotti a Legino (1 milione 200 mila euro) il cui degrado comincia a preoccupare, e l’ex caserma della Guardia di Finanza di via Accinelli, a Varazze (1 milione 145 mila euro) per 1.500 metri quadrati.

Due proprietà di un certo valore anche in alta Valle Bormida: l’ex casa cantoniera di Calizzano, in via Matteotti, stimata 244 mila euro, e l’ex centro faunistico Cascina Piagna, nel Comune di Bormida, che vale 191 mila euro. Con l’aggiunta di altre ex case cantoniere, magazzini e di reliquati stradali si arriva al totale: 8 milioni 647 mila euro. Ma incassarli non sarà facile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *