sabato, Dicembre 7, 2019
Home > Cultura e Musica > A Pieve di Teco “Giovane Barocco”

A Pieve di Teco “Giovane Barocco”

Domenica, alle ore 18.00, al teatro Tommaso Salvini di Pieve di Teco, l’Orchestra Giovanile del Ponente Ligure e I Lettori Mascherati presentato “Giovane Barocco”. Durante la serata, verranno eseguiti i seguenti brani, alternati a letture riguardanti il periodo veneziano: A. Vivaldi: concerto in Re minore per Archi; A. Vivaldi: concerto per due Flauti e archi; A.Vivaldi: concerto in La minore per due Violini e archi; J.S. Bach: concerto in Re Minore per due Violini e Archi; P. Jenkins Palladio.

Chi è l’ Orchestra Giovanile del Ponente Ligure

LIGEIA – Orchestra Giovanile del Ponente Ligure è nata nel febbraio 2011

Il suo nome ha ragioni molto semplici. Il Ponente Ligure è la dichiarazione di impegno a dare, al Progetto, una valenza territoriale: Musicisti e Maestri preparatori provengono da diverse Città del Ponente, appunto. Questo rappresenta un sacrificio non indifferente per tutti, ma anche la consapevolezza di partecipare a un Progetto culturale che assume, di diritto, una grande dignità educativa e di enfatizzazione dei valori del lavoro di gruppo. LIGEIA è il nome scelto in onore delle grandissime tradizioni musicali della Liguria. Quasi certamente gli antichi greci lo pronunciavano con la “g” dura, quella di “guerra” e di “guasto”. Quasi certamente. Non lo sapremo mai con esattezza. Sappiamo bene, però, chi era Ligeia che, in greco, si scrive Ligeia o LIGEIA, se in maiuscolo. Ligeia è un personaggio della mitologia, una sirena, in particolare. E, tra le sirene, era quella con la voce più melodiosa! Nella tradizione greca Ligeia è l’epiteto della Musa. Significa chiaro, limpido, sonoro, acuto, in riferimento al suono e alla voce. Platone, nel Fedro, mette in bocca a Socrate una duplice spiegazione circa l’attribuzione dell’epiteto. Questo sarebbe dovuto alla qualità del canto che le Muse intonano. Oppure, seconda ipotesi, l’epiteto deriva dal nome Lygies (Liguri), popolazione cui si attribuivano particolari doti musicali e canore. Questo popolo era tanto dedito alla musica che, in combattimento, mentre una parte dell’esercito era impegnata nella battaglia, il resto cantava. Quindi i Liguri erano talmente bravi come musici e canterini, che con la loro musica riuscivano a conferire una tale forza ai combattenti da permettere loro di prevalere, anche in numero ridotto. Con queste premesse, non potevamo chiamarla diversamente, la nostra Orchestra. A nessuno sfuggirà il merito che questa opportunità rappresenta per i giovani musicisti. L’Orchestra è un grande laboratorio dove i ragazzi sviluppano le loro esperienze musicali e accrescono il loro bagaglio tecnico seguiti da attenti Preparatori. Ma è anche una grande palestra di vita, che sviluppa la capacità di lavorare in gruppo e contribuisce a radicare, nelle giovani coscienze, il senso di responsabilità. Verso il proprio dovere e verso gli altri. Lavoriamo in modo strutturato, con una serie di funzioni operative all’altezza degli obbiettivi, con due sedi a disposizione per le prove (Plesso scolastico Italo Calvino di Via Volta a Sanremo e Scuola Media di San Lorenzo al Mare) e stiamo anche progettando una sessione di corso estivo di perfezionamento. Il tutto basato sul volontariato: i Soci Fondatori e i Preparatori mettono molto volentieri a disposizione il loro impegno e il loro tempo, ma non si dimentichi l’impegno dei genitori, senza il quale i giovanissimi Musicisti non avrebbero alcuna possibilità di partecipare e di cogliere tutte le opportunità del Progetto. Un vero e stimolante gioco di squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *