domenica, Settembre 22, 2019
Home > Attualità > A proposito del bliz di Cortina

A proposito del bliz di Cortina

Sul bliz degli agenti di Equitalia a Cortina abbiamo sentito molte voci indignate perchè a loro avviso c’è una criminalizzazione (frutto di invidia) dei ricchi e della ricchezza, che non è giusta, nè opportuna in un Paese progredito. Personalmente io non ho mai invidiato niente a nessuno, anche se mi è accaduto spesso di frequentare, nel corso degli anni, persone molto più facoltose di me. Però mi sia consentito di dire che mi “inquieto” abbastanza se ho di fronte un ricco che lo è diventato anche grazie al fatto che non paga le tasse e che utilizza i servizi che lo Stato gli mette a disposizione. Servizi che io contribuisco, puntualmente e con precisione, a pagare (mentre lui no) avendo avuto il prelievo fiscale alla fonte sullo stipendio, sulla liquidazione e ora sulla pensione.

Sono (senza essere invidioso) ben contento se lo Stato Italiano, come negli Stati Uniti (di cui tanto spesso ci riempiamo la bocca) fa rispettare (a quanti più si può) il dovere di pagare le tasse e lo fa sul serio.  Quindi ben vengano una, cento, mille Cortina, se servirà a far rientrare una parte di quei 175 miliardi di evasione stimata.  Si potrà, così, alleggerire, fra l’altro, anche un po’ del mio contributo. Perchè comincio ad essere stufo di sostenere lo Stato da solo!

(L.I.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *