martedì, Novembre 19, 2019
Home > Sport > Acquarone super nel balon

Acquarone super nel balon

E questa volta il Sabbio Chiese 1 di Alex Bianchi non ce l’ha fatta. La fortissima compagine bresciana, che disputa anche la Champions League di giochi sferistici, ha dovuto alzare bandiera bianca in quel di Vendone (SV). Dopo due giorni di aspre battaglie, tra il 9 e 10 luglio, si affermano i Piemontesi del San Maurizio. Questa società per la prima volta opta per una soluzione innovativa nel mondo della palla elastica, con l’impiego di due decisivi giocatori liguri: Roberto Acquarone in battuta e Marco Simone terzino. Questi due elementi sono stati dominanti e protagonisti, dal girone eliminatorio fino all’ultimo atto, vinto 6-4 contro il Sabbio Chiese 1. Assieme a loro anche Pierluigi Corti, Marco Adrignola, Alessandro Sassone e Gianlorenzo Canta.

La prima formazione di Sabbio Chiese schierava il grande Alex Bianchi, oggi un po’ ridimensionato da Acquarone, pur senza perdere le sue prerogative, assieme a Faustino Morettini, Claudio Maroni, Giuseppe Bianchi, Marco Beltrami e Antonio Bollani. Il terzo posto è stato appannaggio dei locali giocatori del Vendone-Lampogas Tecnogas, con Claudio Somà in battuta, Giovanni Ranoisio, Alessandro Massa (in prestito dal Tavole), Davide Somà e Fabio Arrigo. La finale per il terzo e quarto posto è stata da loro vinta per 6 giochi a 5 contro un agguerrito e compatto Vallico 1, che schierava Michele Marini, Alberto Paolini, Paolo Menichini e Cristian Pellini. A ridosso delle prime si piazza ancora la scuola bresciana con le altre due squadre di Sabbio Chiese. La parte bassa del tabellone è appannaggio del Vignale Monferrato, cui seguono gli altri bresciani del Brione, quindi le due squadre delle Valli del Tosco e il Vallico 2, da sempre serbatoio per la squadra principale. Miglior terzino è stato giudicato Paolo Menichini del Vallico 1, davvero felino nei suoi slanci, mentre miglior battitore è sempre il completo Alex Bianchi. Nella intensa due giorni di spettacolari incontri l’organizzazione è stata curata in modo encomiabile dalla società locale, ASD Polisportiva Pro Loco Vendone Lampogas Tecnogas, in collaborazione con il Comune e il Comitato Provinciale Pallapugno Savona. Oltretutto era la prima volta che la tappa ligure di palla elastica faceva capo al ridente paesaggio di Vendone, dopo due appuntamenti svolti a Pieve di Teco. Legati alla stessa organizzazione anche i due arbitri ANAP Marco Poggio e Andrea Bronda, che hanno arbitrato le fasi finali dopo quelle eliminatorie. In ogni caso le contestazioni sono state minime ed è regnato grande fair play durante tutto il torneo. Uno degli organizzatori del torneo nazionale, Carlo Berrino, ha osservato che il tasso tecnico di gioco si è notevolmente elevato, in senso assoluto e si presenta quindi un campionato serrato e denso di nuove e più ardite giocate. Ora l’appuntamento è per il terzo challenge stagionale, a Fabbriche di Vallico il 6 e 7 agosto, come di consueto. In ogni caso la Liguria si apprezza tanto dal punto di vista sportivo quanto da quello organizzativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *