martedì, Agosto 20, 2019
Home > Cultura e Musica > Andrea Bacchetti chiude la Stagione dell’Opera Giocosa

Andrea Bacchetti chiude la Stagione dell’Opera Giocosa

Tra pochi giorni, al Chiabrera, chiusura della Stagione autunnale del Teatro dell’Opera Giocosa. Dopo gli apprezzatissimi momenti legati a “Il signor Bruschino”di Gioachino Rossini (con cui si è rinnovato l’impegno a proporre opere desuete) e “Il Cappello di paglia di Firenze” di Nino Rota (già più celebre per la sua vorticosa comicità), l’omaggio della città è al compositore Rota nel centenario della sua nascita.

Il programma di venerdì 9 dicembre, alle ore 21, prevede infatti il suo “Concerto Soirée” per pianoforte e orchestra, a seguire “Acordarse per archi” di Alessandra Ravera e le “Danze di Marosszèk” e le “Danze di Galanta” di Zoltàn Kodàly. Sul palco, Andrea Bacchetti (foto), grande e giovane pianista italiano: enfant prodige (poi maturato al Conservatorio di Genova) che ha ricevuto i consigli di Herbert von Karajan e Luciano Berio, e che ora ha un ruolo di eccellente interprete del panorama musicale italiano. Tutte le riviste del settore hanno recensito con plausi i suoi dischi dedicati alle musiche di Johann Sebastian Bach, pubblicati sotto l’etichetta Decca. Con Bacchetti, ritorna a Savona l’Orchestra Sinfonica di Sanremo e della Liguria (M° Gianluigi Zampieri), già all’opera nel ”Cappello di paglia” di novembre. Il “concerto soirée”, che aprirà la serata, venne eseguito per la prima volta nel 1962 al teatro olimpico di Vicenza, dove rota fu solista, con l’orchestra della rai di milano (m° bruno maderna): con queste note, il compositore rievocò con animo lieve e sereno “una serata di musiche e danze del tempo passato” (1. Valzer-fantasia, 2. Ballo figurato, 3. Romanza, 4. Quadriglia, 5. Can-can). Dall’ascolto, ci si sentirà catapultati nelle atmosfere delle sue colonne sonore: un esempio per tutti il galoppo all’inizio del rapido can-can, che poi troverà collocazione anche nel film “8 ½” di Federico Fellini, due anni dopo.

Il botteghino presso il teatro è aperto fino a venerdì 9 con i seguenti orari: 10-12, 16-19, e un’ora prima dello spettacolo (info: 019 8485974). I prezzi: 20 € in platea e palchi, 15 € in galleria, 10 € in galleria. Giovani fino a 26 anni: 10 € in tutti i settori.

Laura Sergi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *