mercoledì, Aprile 24, 2019
Home > Attualità > Basilico dop genovese in serra riscaldato a biomassa

Basilico dop genovese in serra riscaldato a biomassa

Sarà inaugurato venerdì prossimo, 3 febbraio, l’impianto a biomassa dell’azienda agricola di Celle Ligure gestita da Paolo Calcagno (nella foto), presidente provinciale di Coldiretti e membro di giunta della Camera di Commercio di Savona. L’impianto, la cui realizzazione vede concretizzarsi gli impegni sostenuti da Coldiretti per promuovere lo sviluppo delle energie alternative, fornirà il fabbisogno energetico a basso impatto ambientale per le serre dove viene coltivato il basilico DOP genovese.

All’inaugurazione oltre a Paolo Calcagno, saranno presenti Germano Gadina, presidente di Coldiretti Liguria, Giovanni Minuto, responsabile del CeRSAA di Albenga e i rappresentanti delle ditte Sami Bertone Impiantistica e Schmid che illustreranno la funzionalità degli impianti a biomasse . Tra gli invitati: il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, gli assessori regionali Giovanni Barbagallo (Agricoltura), Marylin Fusco (Pianificazione Territoriale), Renata Briano (Ambiente e Sviluppo Sostenibile), Giovanni Boitano (Lavori Pubblici), Renzo Guccinelli (Sviluppo Ecomonico), il presidente della provincia di Savona Angelo Vaccarezza, il presidente della Camera di Commercio di Savona Luciano Pasquale, il presidente della Fondazione Carisa Roberto Romani. provinciali. L’inaugurazione prevede una visita guidata all’impianto, già in funzione.
Le biomasse, oltre ad essere considerate una fonte energetica importante per la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra è anche un’opportunità per migliorare il reddito delle imprese agricole. Da tempo Coldiretti è impegnata per fare conoscere e promuovere la creazione di micro-impianti, alimentati con biomassa. Il cippato, infatti, è una un biocombustibile che si presenta sotto forma di scaglie di legno vergine, dalle misure indicative di 2-5 cm. disponibile sul territorio e che rispetta quindi il concetto di filiera corta.
La centrale termica a cippato realizzata dalla Sami Bertone per l’azienda agricola Paolo Calcagno consentirà di avere un risparmio del 64,5% rispetto al gasolio. Dai 112 euro a megawatt del vecchio combustibile utilizzato per riscaldare le serre, si passa ai 40 euro del cippato. Un costo decisamente competitivo rispetto anche al metano (65 euro per megawattora) e al gpl (140 euro per megawattora).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *