CalcioCultura e MusicaSport

Calciando in rete (Extra) – Quei rossoblù che vinsero a Wembley

E’ finalmente pronto il libro di Roberto Sabatino “Noi che vincemmo a Wembley” , il fedele racconto del successo del Genoa al Torneo Anglo-Italiana 1995/96 nel tempio del calcio .E’ stato finito di stampare e giovedì 28 novembre verrà presentato al Museo del Genoa alle 18 nella sala 1893 . Si tratta di un’opera dedicata al Vecchio Grifone che non è costituita solo da cronache, tabellini, pagine di giornali e reperti storici di allora, ma anche da interessanti e curiose interviste ai protagonisti rossoblù di quella stagione che ha visto il Genoa salire i gradini dello storico Wembley prima della sua demolizione. Le emozioni di capitan Torrente e mister Salvemini, i ricordi di Ruotolo e del suo pomeriggio in cui segnó una tripletta, la spinta dei giovani canterani Nicola, Turrone, Pagliarini e Cavallo, il dualismo vissuto in porta tra Spagnulo e Pastine, la coppia gol Nappi-Montella, Van’t Schip, Magoni e altri. La prefazione è stata curata da Francesco Baccini. L’autore nato a Rapallo nel 1982 è un grande amante del calcio e dei suoi racconti ed è stato redattore per Pianetagenoa1893.net, vincendo nel 2005 il workshop di Sportitalia Tv .Con immenso piacere il team di Sport in Condotta annuncia l’arrivo della prima opera letterario-sportiva del nostro Roberto Sabatino, che dal prossimo 28 novembre 2019 sarà in tutte le librerie nazionali con “Noi che vincemmo a Wembey”, edito da Sportmedia. La sua fatica ha la volontà di essere una lunga dedica di oltre 125 pagine sulla piccola-grande impresa del suo amato Genoa nella Coppa Anglo-Italiana, un trofeo in allora dedicato alle squadre di Serie B italiane ed inglesi. Sabatino si è fatto raccontare le emozioni di chi ha vissuto quella esperienza, partita dagli oltre ventimila spettatori di Birmingham e chiusa nel tempio del calcio a Wembley. Nel 1996 le 16 squadre partecipanti furono divise in due gironi di 8 formazioni l’uno (4 inglesi e 4 italiane). Per l’Italia c’erano le quattroretrocedesse nel campionato 1994-95 e le quattro piazzatesi dal quinto all’ottavo posto nella serie cadetta. Il Genoa (allenato da Salvemini) arrivò alla finale dopo gli scontri con il Birmingham City (3-2), Luton Town (4-0), Port Vale (0-0), Oldham Athletic (0-0), Salernitana (6-5 dopo i rigori) e Cesena (4-0 e 1-0). Stravinse l’incontro con il Port Vale, segnando ben 5 reti (Ruotolo al 14′, Galante al 22′, Montella in rovesciata al 39′, ancora Ruotolo al 54′ e al 65′) contro le 2 dei britannici.L’edizione 95/96 (la 19ª) fu ultima.Le difficoltà di collocare il torneo nel calendario stagionale, il costante disinteresse del pubblico, dei mezzi d’informazione e degli stessi club, che vi schieravano squadre imbottite di riserve, portarono alla sua cancellazione. Il detentore resta pertanto il Notts County

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: