martedì, Dicembre 10, 2019
Home > Sport > Calcio > Calciando in rete: Vola ai massimi storici il brand Cantera Torre de Leon

Calciando in rete: Vola ai massimi storici il brand Cantera Torre de Leon

Se il marchio più prezioso del calcio mondiale è quello del Real Madrid (rafforzato dalla vittoria dell’ultima Champions League) come ha reso noto il rapporto 2017 “BF Football 50″, redatto da Brand Finance, società di consulenza attiva nella valutazione dei brand sportivo (sul podio si sono piazzate Bayern Monaco e Manchester United, con Barcellona, Manchester City, Arsenal, Chelsea, Juventus, Liverpool, Borussia Dortmund e Psg a completare la top ten), nella realtà del calcio giovanile savonese e non solo è quello dell’ASR Cantera Torre de Leon, “ vera ed unica regina” in campo europeo, a spiccare per gradimento, innovazione e capacità di intercettare le aspettative dei baby talenti emergenti. Questo è quanto emerge nell’ambiente dello young soccer al termine del “tour de force estivo” in cui ancora una volta si è rivelata vincente, scoppiettante e ricca di sorprese. Alla fine della partecipazione a ben 5 tornei disputati in quel di “Santa Susana Cup” e dintorni e riservati alle categorie che vanno dal 97 al 2002 il portavoce ufficiale del sodalizio blanco-rojo ha voluto tracciare un primo bilancio dell’attività del gruppo, che per dinamismo e passione non smette mai di stupire. “Siamo estremamente orgogliosi di aver visto premiati i nostri sforzi sia dal punto di vista dei risultati tecnici ottenuti (due primi, due secondi ed un terzo posto) sia per il ritorno d’immagine registrato dal gradiente segnalatoci dalla comitive di genitori e supporters che hanno accompagnato l’ impresa dei ragazzi. Auspichiamo di migliorarci ancora per emergere sui difficili campi che testano il valore calcistico che esportiamo, un’aspettativa che non sarà facile da realizzare vista la elevata competitività della Copa Catalunya e dello Spain Trophy anche se confidiamo nelle ammiraglie guidate magistralmente verso il successo dal riconfermatissimo coach manager Felicino Vaniglia e dai suoi qualificati collaboratori. Constatiamo con immensa soddisfazione che il marchio ‘Cantera’, dopo un ciclo ininterrotto di affermazioni, sta via via decollando a riprova della bontà e dell’intuizione del progetto di partenza.Oltre a rappresentare oramai un tradizionale punto di riferimento per il movimento football dell’intero ponente ligure – prosegue lo speaker leonpancaldiano -, diversi fattori di rilievo ci indicano la crescita esponenziale di interesse attorno alle nostre iniziative, che fra tutti gli altri hanno in primis il pregio di non competere con le società di appartenenza dei giovani calciatori invitati a far parte delle nostre fortunate spedizioni ma anzi di collaborare proficuamente con le stesse riconsegnando al mittente giocatori arricchiti dalle esperienze vissute in Cantera. In queste nostre vincenti uscite abbiamo schierato futuri campioncini provenienti da 9 realtà diverse (con Savona, Vado FC, Unione Sanremo tanto per citarne qualcuna in testa), segno della fiducia che destiamo garantendo e tutelando i loro tesserati. Stiamo crescendo su tutti i fronti e basta navigare sul nostro cliccatissimo sito web ufficiale per rendersene conto. L’appeal Cantera sta costantemente attirando l’interesse delle amministrazioni pubbliche locali che ci sostengono per l’opera promozionale delle eccellenze rivierasche che svolgiamo, di sponsorizzazioni di prestigio che vedono in noi un mezzo per esportare i loro servizi all’estero ed infine dei club professionistici che ci richiedono schede e report relative alle nostre stelline in erba. Del resto è sufficiente concentrare l’attenzione all’interno della visitatissima finestra ‘Hall of Fame’ del sito www.canteratorredeleon.com per verificare quanti verdi protagonisti che si sono messi in luce in terra di Spagna nelle equipe de la Cantera giochino oggi nel calcio che conta. Tutti elementi importanti che attestano la crescente forza e l’aumento di valore del brand biancorosso. Festeggeremo il 15 di settembre presso il Ristoro Camilia di Quiliano (apericena lungo in musica a partire dalle 20,45) gli ultimi straordinari successi (unitamente agli atleti che militano tra le fila della Libertas) e dal giorno dopo inizieremo a programmare la stagione 2018 e conoscendo il carattere di ferro e la grande determinazione del nostro ineguagliabile mister – conclude – siamo certi che nulla sarà lasciato al caso nel tentativo di arrivare, attraverso le regole d’ingaggio e la coesione del gruppo, l’umiltà e lo spirito di sacrificio dei singoli, a sorridere ancora una volta ‘all together’. Il futuro d’altronde appartiene solo a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *