lunedì, Luglio 15, 2019
Home > Sport > Calcio: iniziato per il Savona il torneo di Lega Pro, lungo, difficile e pieno di insidie

Calcio: iniziato per il Savona il torneo di Lega Pro, lungo, difficile e pieno di insidie

Quando, molti anni orsono, la Federazione Italiana Gioco Calcio decise di trasformare la vecchia Serie C nelle Serie C1 e C2, in quest’ultima divisione vi erano 4 gironi di 18 squadre. Oggi, cambiata la denominazione in Lega Pro Seconda divisione, i gironi sono solo 2, per complessive 41 squadre, molte in meno del passato. Quale sarà il futuro della categoria? Di questo e di altri argomenti abbiamo parlato con il presidente del Savona Fbc, Andrea Pesce. E siamo partiti proprio dai rapporti fra società e federazione: “ I rapporti con la federazione sono buoni,- ci dice il presidente- La FIGC sta scremando il numero delle società secondo logica, seguendo delle regole, e non potrebbe essere altrimenti.

Facciamo parte di una categoria a livello professionistico ed il professionismo lo si deve vedere non soltanto nell’immediato, leggasi stagioni in corso, ma nel saper mantenere una certa costanza nella conduzione societaria, rafforzando la posizione negli anni, con continuità.” Evidente il riferimento al fatto che, purtroppo, il Savona fbc, spesso, ha vissuto delle belle primavere che non si sono mai trasformate in vere estati. Come giudica la passata stagione sotto il profilo societario? “La società ha vissuto di mezzi propri, questo è un dato di fatto. A volte, l’imprenditoria della nostra regione, dovrebbe avere una certa lungimiranza, anche verso le attività sportive. E’ un problema di tutta la Liguria.” Come sono i rapporti con l’amministrazione comunale? “ Buoni.” E, il problema dello stadio Bacigalupo? E qui, il presidente Pesce, affronta una questione che si trascina da molti anni: “ Lo stadio è grande, dispersivo, e richiede un grande impegno, drenando risorse che potrebbero essere meglio utilizzate; costa e non produce ritorni. Eppure lo stadio è un elemento fondamentale per una società di calcio. Per trasformarlo, oltre all’impegno dell’amministrazione comunale, bisognerebbe che ci fosse il consenso del quartiere, che va considerato come cuore attivo della città. E’ un’occasione per valorizzare l’area, e, le stesse strutture attorno allo stadio, dovrebbero essere studiate e realizzate come definitive, affinché non vengano viste come d’intralcio ai cittadini. Insomma, noi non vogliamo imporre nulla a nessuno, ma ci attendiamo semplicemente la condivisione di un progetto che possa valorizzare il quartiere di Legino, inserendolo a pieno titolo nel tessuno cittadino. Quest’estate abbiamo creato degli eventi con questo scopo.” E, restando al problema campi da gioco, è vero che il settore giovanile ha difficoltà nel reperirne? “ In effetti, è così. Abbiamo costruito, con un investimento privato, un piccolo terreno in sintetico dietro la curva sud, per 6-7 giocatori. Il settore giovanile è un impegno anche economico, e ci aspetteremmo che le persone più in vista della città contribuissero a sostenerlo, magari attraverso la sottoscrizione delle quote VIP.” Quali sono le prospettive per la stagione in corso, societarie e sportive? “ Per quanto riguarda la società- afferma Andrea Pesce- vi sono tre parole chiave: stabilità, settore giovanile e strutture sportive (come dire che, senza queste condizioni non si va da nessuna parte, n.d.r.). Per quanto riguarda la parte sportiva, abbiamo un allenatore, Ninni Corda, che vuole fare bene con i mezzi che la società gli mette a disposizione, e che lavorerà molto con il settore giovanile. E’ stata una scelta di carattere. Tutti speriamo di fare bene, abbiamo delle prospettive di crescita e di miglioramento, compatibilmente con le risorse che abbiamo, che sono proporzionali agli investimenti nelle strutture sportive. Se questi ultimi saranno velocizzati, ne trarrà beneficio l’intera città. Infine, desidero fare un in bocca al lupo alla squadra e alla città.”

Filippo De Nobili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *