sabato, Gennaio 25, 2020
Home > Sport > Calcio > Calcio, Savona: recupero infausto per i biancoblu. Solo un punto contro il Ghivizzano

Calcio, Savona: recupero infausto per i biancoblu. Solo un punto contro il Ghivizzano

Tra falli, traverse e cartellini il Savona pareggia in extremis e il Gavoranno resta a +6

Di Linda Miante

Al Bacigalupo si recupera la 22^ giornata: Savona – Ghivizzano era stata sospesa e rinviata allo scadere del primo tempo per pioggia, vento e malori arbitrali.
Gli Striscioni (40 punti) ospitano il Ghivizzano (22 punti) in un pomeriggio primaverile seppur povero di pubblico.
Al Savona non basta schierare Lumbombo dal primo minuto per trovare i tre punti necessari a portarsi a 4 lunghezze dalla capolista; la squadra di Siciliano disattende i pronostici della vigilia e, forse in debito con la fortuna, si deve accontentare del pareggio.
Anche se la sconfitta sarebbe stata iniqua, il Savona conferma di patire il cinismo delle squadre di media-bassa classifica.

PRIMO TEMPO – L’avvio è per i biancoblu, che spingono nella metà campo avversaria con un buon fraseggio.
Ma è il Ghivizzano a portarsi in vantaggio con Giordani che al 10′ appoggia a rete dopo lo svarione difensivo di Ferrando, complici sia il terreno di gioco sia l’uscita infelice di Miraglia, che smanaccia al limite dell’area senza però bloccare la sfera. Un errore della retroguardia che comprometterà l’economia della partita; dopo il gol il Ghivizzano, incredulo, serra le fila e attende l’avanzata claudicante degli Striscioni.
Doccia fredda per i biancoblu che, pur dominando, faticano a riordinare le idee mentre la difesa toscana punisce la macchinosità e la poca determinazione in fase di pressing.

Ancora Savona quando al 22′ viene annullato un gol per fuorigioco: Nappello protesta insistentemente sostenendo che l’ultimo tocco non fosse di un giocatore biancoblu. Qualche riserva da parte della panchina.
Clamorosa occasione per Lumbombo: al 28′ l’esterno lascia partire una sassata appena fuori misura, la sfera impatta sulla traversa e schizza oltre la linea di fondo.
Dieci minuti dopo il legno nega nuovamente la rete agli Striscioni, questa volta è Ferrando a trovare la traversa con un tocco a scendere a portiere battuto.
Tante le occasioni per i biancoblu nella prima frazione, tutte affrontate con una mollezza che ricorda la trasferta di Grosseto, ma se domenica entrambe le formazioni avevano raramente inquadrato lo specchio della porta, oggi le occasioni pendono tutte dalla stessa parte.

SECONDO TEMPO – Nei primi minuti della ripresa il Savona sembra accusare le incursioni dei toscani, poi arriva il cambio di fronte: lunghi possessi biancoblu a sprazzi interrotti dalle verticalizzazioni avversarie, malgrado il possesso palla le azioni savonesi non sono incisive e salvo un tiro di Fenati all’8′, di poco laterale, bisogna attendere la girata di Lumbombo per ricordarsi che il Savona è sotto di un gol.
Ci provano anche Monticone e Scienza (subentrato a Glarey), ma senza impensierire la porta difesa da Leon.
Al 38′ Mei è invitato a lasciare il campo dopo aver ripetutamente cercato di perdere tempo, l’espulsione avviene durante un cambio che di fatto non ci sarà. Insistenti le proteste della panchina toscana.
L’arbitro concede sei minuti di recupero e proprio al 46′ arriva il GOL del Savona: Fenati insacca dopo un batti e ribatti in area e regala un meritato pareggio quando il Ghivizzano si era ormai eclissato dalla metà campo casalinga.
I biancoblu ci credono e, incitati dai circa 150 sostenitori, sfiorano il 2-1 con tanto di espulsione di Ferrando per doppia ammonizione.
Al 51′ arriva il triplice fischio. Finisce 1-1 tra Savona e GhiviBorgo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *