domenica, Dicembre 15, 2019
Home > Attualità > Cantare e portare la Croce: 11 cori da 4 diocesi!

Cantare e portare la Croce: 11 cori da 4 diocesi!

di Redazione

Undici cori provenienti da ben quattro diverse diocesi (Savona-Noli, Albenga-Imperia, Genova e Acqui)  e da nove Comuni: si dà “voce” a un territorio vastissimo con la distanza geografica record di 67 km (tra Albenga e Arenzano). Quattro venerdì di musica tutti con inizio alle 21. Sono i numeri della settima edizione di “Cantare e portare la Croce” inserita in questo Anno santo negli eventi giubilari. Dal 2010, maggio è il mese in cui i cori animano con la musica sacra gli splendidi oratori della nostra diocesi. Le sedi toccate dagli esordi della manifestazione sono ormai tantissime: col programma di questa edizione si raggiunge quota 25 oratori. Un evento sempre più apprezzato, come testimonia il successo di pubblico (lo scorso anno a Sanda si è dovuto “traslocare” nella vicina chiesa come nel 2013 a Gameragna e nel 2014 a Feglino).

La manifestazione promossa dal Priorato diocesano delle confraternite col Coordinamento diocesano delle corali e la Diocesi di Savona-Noli, col patrocinio della Provincia di Savona e dei Comuni di Savona, Vado Ligure, Varazze e Vezzi Portio, riparte così venerdì 6 maggio alle 21 nell’oratorio di santa Margherita a Segno con la Corale Polifonica Cellese, il Coro Polifonico di Valleggia e il Coro Voci Bianche di Valleggia. Venerdì 13, ospiti della confraternita di san Giovanni de Matha nella chiesa “dei due leoni” alla Rocca di Legino, la Schola cantorum “Don Primo Volpe” di Albenga, il  Coro “San Biagio” di Finalborgo e il Collegium musicum Sancti Sebastiani Gameraniensis. Venerdì 20 tappa a Casanova, immediato entroterra di Varazze, nell’oratorio di santa Croce col Coro “Ino Minì” di Arenzano, il Coro “Giuseppe Manzino” e il Coro “San Pietro” di Savona. Infine venerdì 27 si chiude a Vezzi Portio, nell’oratorio di san Bernardo, col Coro polifonico “Beato Jacopo da Varagine” e la Corale “Guido d’Arezzo” di Carcare.

“In questi miei anni di episcopato ho sempre potuto apprezzare il grande impegno di due espressioni di fede quali cori e confraternite. Due testimonianze vive della Chiesa, in particolare di quella savonese, che dal 2010 hanno lodevolmente deciso di intrecciare il proprio percorso dando vita a ‘Cantare e portare la Croce’ – afferma il vescovo Vittorio Lupi – rinnovo il mio plauso all’iniziativa: questo spirito di gratuità e collaborazione, che può essere d’esempio per tutti, credo sia particolarmente in linea con il concetto di Misericordia, tema del Giubileo straordinario”.”L’adesione di confraternite e cori è sempre ricca di entusiasmo, quest’anno contiamo undici gruppi, una ‘squadra’ della coralità sul nostro territorio: da Savona a Carcare, da Arenzano ad Albenga, che è all’esordio – spiega Marco Gervino, direttore artistico dell’iniziativa – non si arriva a sette edizioni per caso: il successo è nella partecipazione del pubblico, nella qualità musicale, nel fascino delle location, ma soprattutto nella voglia di collaborare assieme per un evento da donare alla comunità”. “E’ una grande gioia poter celebrare per il settimo anno questa iniziativa fatta di incontri, di voci sinonimo di fraternità e comunione, di lode a Dio – concorda il priore diocesano delle confraternite Milly Venturino – un’occasione straordinaria per apprezzare oratori ricchi di fede e cultura e musica che eleva l’anima e dona emozioni. Un sentito ringraziamento a tutti gli organizzatori, ai Priori delle Confraternite e a tutti i cori che hanno aderito”. Non va infine dimenticato l’affettuoso ricordo dei cari Gianni Genta, cantore e confratello, e Giovanni Priano, Priore diocesano delle confraternite e medico, prematuramente scomparsi negli anni scorsi. A entrambi è dedicata l’intera manifestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *