venerdì, Novembre 15, 2019
Home > Cultura e Musica > “Cinea,il filo di Gaia”: cinema ed educazione alla sostenibilità ambientale

“Cinea,il filo di Gaia”: cinema ed educazione alla sostenibilità ambientale

Torna anche quest’anno al Nuovofilmstudio “Cinea il filo di Gaia”, la manifestazione interamente dedicata al cinema ambientale che giunge alla sua quinta edizione. L’iniziativa nasce da un progetto dell’Associazione Centro Culturale Carignano, che da dieci anni gestisce gli eventi presso il Centro Sivori di Genova, promosso dal Laboratorio Territoriale per l’Educazione Ambientale LabTer GreenPoint del Comune di Genova e dall’Assessorato all’Ambiente di Regione Liguria, con il supporto di ARPAL e la collaborazione del Festival Cinemambiente di Torino e Circuito Cinema Genova. La manifestazione avrà inizio il 5 Giugno 2012, in concomitanza della Giornata Mondiale per l’Ambiente, il cui tema, proposto dal Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP), è “Green Economy: ti riguarda?”. In occasione di questo importante appuntamento Cinea darà vita ad un evento speciale.

Verrà infatti proiettato alle ore 20.30 in anteprima nei diversi capoluoghi di Provincia l’attesissimo film “La soif du Monde (The water we share)” di Yann Arthus-Bertrand, già autore di numerosi documentari quali “Home (la nostra terra)” e “La Terre vue du ciel” e quest’anno Presidente della Giuria del 15° Festival Cinemambiente di Torino. La proiezione avrà luogo contemporaneamente nei cinema Nuovofilmstudio di Savona, il Sivori di Genova, il Nuovo di La Spezia e il Centrale di Imperia con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sugli stili di vita consapevoli e sul grave problema delle risorse idriche. Yann Arthus-Bertrand ci guiderà così alla scoperta dell’elemento naturale da cui tutto è nato, sempre più minacciato dai cambiamenti climatici, in un viaggio attraverso venti paesi: dal Nord del Kenya fino alla Cambogia, passando per gli Stati Uniti e la Valle d’Aosta. Scheda del film: La soif du monde (The water we share) Di Yann Arthus-Bertrand, Thierry Piantanida, Baptiste Rouget-Luchaire. Francia 2012, 90′. Il 22 marzo si è celebrata, come ogni anno, la giornata mondiale dell’acqua. Una ricorrenza più che necessaria considerato che, ancora oggi, due miliardi e mezzo di persone non possono usufruire di servizi igienici, mentre in Europa o in Usa sono decine i litri utilizzati quotidianamente da ogni persona, senza contare quelli necessari all’agricoltura o per l’allevamento. Yann Arthus-Bertrand ci guida così alla scoperta dell’elemento naturale da cui tutto è nato, sempre più minacciato dai cambiamenti climatici, in un viaggio attraverso venti paesi che dal Nord del Kenya ci porta fino alla Cambogia, passando per gli  Stati Uniti e la Valle d’Aosta. Yann Arthus-Bertrand ha girato documentari come La Terre vue du ciel, Home e La Soif du monde. Thierry Piantanida ha diretto film come 10,000 miles dans les glaces, La Planète blanche e Le Diamant bleu. Baptiste Rouget-Luchaire ha realizzato diversi documentari, oltre al progetto audiovisivo 6 billion Others.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *