Home > Attualità > Con Rosa, alla Rosa dei Venti

Nel cuore di un quartiere tra i più "liguri"

Con Rosa, alla Rosa dei Venti

Nel cuore di un quartiere tra i più "liguri"

La collega Maida Buggio, questa mattina, ci ha reso edotti, con notizie interessanti e precise, sull’Associazione Rosa Dei Venti, un circolo o club,non si saprebbe come chiamarlo, che, in quel di Albisola Capo, frazione di Albisola Superiore, vuole giustamente assegnare un accredito culturale alla cucina locale ed un po’ più in là, poichè la “colpevole” di tutto è Rosa, la signora del Roero scesa al mare! Ieri sera, quando già la collega Maida aveva effettuato il suo giro, per illustrare, oltre al resto, il luogo veramente incantevole dove si trova il piccolo ristorante della Rosa dei Venti, anche lo scrivente è passato dall’affascinante via Colombo, sperando di trovare Rosa alla Vineria, pertanto il secondo dei locali da lei aperti nel quartiere,di cui già gli era capitato di occuparsi, ad aprile scorso, in occasione dell’inaugurazione. La Vineria, con l’inferriata chiusa, lasciava intravvedere l’intimo, artistico ed accattivante interno, con le luci soffuse, che di per sè, esercita una certa malia e, così, senza alcuna presenza, se non qualcuna invisibile, diffonde persino un certo senso di mistero…Allora ci si è recati nella vicina casa- ristorante dove Rosa, indaffaratissima, stava spadellando dei manicaretti di pesce che, passandoci sotto il naso diretti verso gli avventori, si sono mostrati in tutta la loro golosità…

Rosa non aveva tempo ma lo stesso ha risposto a qualche nostra domanda: “Rosa cosa ne dici di trovarti in questa atmosfera,così esclusiva, di “ligusticita”?

“Penso sia bellissimo; qui ci troviamo in un  angolo esclusivo, dove si respira veramente qualcosa di tipico, di ligure, di interessante; l’altra volta mi dicevi, tu che pur sei un “rivierasco” che, per te, il levante della nostra regione esprime la vera essenza ligure, ma non è così, guardati intorno e potresti dire lo stesso della nostra Albisola, a parte che tu sei di Celle…”

La Vineria  è però un locale che va oltre l’appartenenza caratteristica…

“Sì è vero e l’avevamo già detto; la Vineria è un locale che vuole essere d’avanguardia, alla milanese, pur mantenendo le insegne della tipicità..ricordiamoci che si chiama “Alba Docilia”…

Tu, che hai ricevuto riconoscimenti dalla confraternite enogastronomiche francesi, ti senti superiore ed internazionale, nel panorama locale?

Mi sento una chef che ama il suo lavoro, che vuol riscoprire la cucina tipica, l’innovazione nel rispetto della tradizione, così come amo Albisola, questo paese, che vuol dire innanzi tutto Ceramica, il cui nome è da solo un’ambasciata della Liguria ; i riconoscimenti d’oltralpe sono un attestato di amicizia e di condivisione di punti di vista, di passioni, di valori….io, l’Europa, l’ho già fatta!”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *