martedì, novembre 13, 2018
Home > Cultura > Da Albenga ad Agrigento, trasferta per gli Amici nell’ Arte

Da Albenga ad Agrigento, trasferta per gli Amici nell’ Arte


di CLAUDIO ALMANZI - 12 settembre 2018, 14:04

L’ Associazione “Amici nell’ Arte” di Albenga ha organizzato un evento culturale di alto livello. Si tratta di una grande collettiva sponsorizzata dalla Regione Sicilia e dalla Provincia di Agrigento che verrà inaugurata sabato nel prestigioso Palazzo del Collegio dei Filippini ad Agrigento. A curare la collettiva sono stati i giornalisti e critici d’arte Maria Rosso e Pascal Mc Lee, con l’aiuto dell’artista Carmen Spigno.

Siamo orgogliosi, emozionati ed onorati- spiega Carmen Spigno, anima delsodalizio artistico-culturale ligure- per l’ accoglienza ed il sostegno che le istituzioni siciliane ci hanno voluto accordare nell’ organizzare questa ennesima tappa della mostra itinerante Le Città Invisibili. Si tratta di un evento di livello nazionale che chiuderà questo importante progetto artistico itinerante, che avevamo inaugurato nel dicembre 2017 ad Albenga e già sviluppato nella tappa piemontese di Demonte (CN)”.

Gli organizzatori della mostra hanno fortemente ambito ad una possibilità espositiva nella gloriosa città di Akragas, anche in virtù dello sconfinato significato artistico, storico mitologico che la stessa ha da sempre esercitato sul territorio Sicano ed oltre, nel mondo.

Il Palazzo del Collegio dei Filippini di Agrigento posside infatti tutti gli attributi per comparire, a buon titolo, fra le città invisibili del grande scrittore Italo Calvino, che è stato lo scrittore al quale tutti gli artisti si sono ispirati nella realizzazione delle loro opere.

Agrigento ha più di 2. 500 anni di storia, è splendida ed accogliente, ricca di contraddizioni, colma di orgoglio ed intraprendenza.

La collettiva “Le Città Invisibili” sarà inaugurata sabatoalle ore 18. Gli orari di visita saranno gli stessi del Museo e della Pinacoteca Civica. Questi sono i nomi degli artisti che ahnno aderito alla collettiva: Giuseppe Agozzino (pittore), Maidè Aicardi (pittrice), Berzsenyi (scultore), Giovanni Butera (pittore), Luigi Canepa(scultore), Pietrina Cau (ceramista), Giuseppe De Carlo (scultore), Maria Pia Demicheli (pittrice), Fabrizia Fantini (ceramista), Annamaria Giraudo (pittrice),Guro Håkensen (pittrice), Alvaro Lopez (pittore), Caterina Massa (ceramista),Maurizio Moncada (fotografo), Constantin Neacsu (pittore), Francesco Pellicanò (fotografo), Ylli Plaka (scultore), Carmelo Presti (pittore), Giovanni Proietto (pittore), Varinia Rodriguez (pittrice), Silvio Rosso (pittore), Carmen Spigno (pittrice), Laura Tinazzi (incisore), Giovanna Usai (quilter), Antonietta Zamponi (pittrice) e Nuccio Zicari (fotografo).

Il progetto artistico, ideato e realizzato nel 2017 da Carmen Spigno e da Pascal McLee, ha trovato l’apprezzamento, la condivisione e la partecipazione della giornalista e critica d’arte Maria Rosso, oltre al supporto del Comune di Agrigento ed al patrocinio di numerosi Enti, quali la Regione Siciliana, laProvincia di Agrigento, il FAI – Delegazione di Agrigento.

Importante – conclude Pascal McLee- è stato pure il contributo della galleria A Sud ArteContemporanea, curata dal pittore realmontese Giovanni Proietto, il quale ha reperito gli artisti locali.

Pur trovandoci ancora a circa un mese dall’inaugurazione dell’ evento, ci auguriamo che la notizia di questa nostra mostra possa suscitare, in coloro che leggono giornali e quotidiani cartacei ed on line, una buona dose di curiosità edinteressamento e far sì che partecipino all’inaugurazione, o visitino questa bella mostra”.

Le opere selezionate sono state realizzate da artisti italiani, ungheresi, albanesi, venezuelani, rumeni, peruviani e norvegesi, insieme ad una nutrita compagine di artisti siciliani. Gli artisti hanno trattato il tema della mostra rappresentando una o più città descritte dal genio di Italo Calvino. Pur non avendo coperto l’intera pletora delle “città invisibili”, rappresentano ben trenta delle cinquantacinque città descritte dallo scrittore sanremese. In occasione dell’ inaugurazione sarà aperto anche il Catalogo on-line, in formato PDF, relativo alle opere esposte ed agli artisti partecipanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *