Attualità

Dal Liceo artistico Martini, sei proposte per Savona

Venerdi 1 giugno, alle ore 17.00, a Savona, negli spazi del mercato civico, verranno presentate sei ipotetiche proposte di ristrutturazione urbanistica,  per sei diversi luoghi cittadini, redatte dagli studenti del Liceo Artistico “Martini”. La rassegna è intitolata appunto: “Un progetto per Savona” ed è stata patrocinata dal comune di Savona, dall’Ordine degli Architetti e da Italia Nostra. I ragazzi della 4°A e della 5°A hanno applicato, per i loro lavori, gli approfondimenti degli studi sull’architettura bioclimatica e l’urbanistica compatibile, concentrandosi su alcune aree della città di Savona che meriterebbero di essere rivalutate e che riguardano l’area di Miramare, gli Orti Folconi, il Letimbro, il Binario Blu, il parco del Prolungamento e lo stesso mercato civico. Nella giornata di sabato i progetti verranno discussi nel corso di una tavola rotonda alla quale interverranno esperti di ambiente quali l’ingegner Roberto Cuneo di Italia Nostra, gli studenti delle classi coinvolte, la professoressa Antonia Briuglia, docente del laboratorio di Architettura del liceo Martini e curatrice dell’evento, insieme con le colleghe e con Massimo Arecco, architetto, Assessore all’urbanistica, decentramento e viabilità  e Vicesindaco del Comune di Savona.

Così si esprime l’Assessore Maria Zunato: “Riteniamo come amministrazione che sia fondamentale per costruire una città futura il contributo dei progetti dei giovani. Saranno loro, infatti, che gestiranno la Savona di domani. Questa iniziativa è stata apprezzata dall’intera maggioranza consiliare e come assessore allo sviluppo economico credo che possa essere un passo importante per fare in modo che il Mercato Civico diventi un punto di aggregazione e confronto per i cittadini. Per questo abbiamo approvato un piano di riqualificazione dell’intera struttura”.

Sottolinea la professoressa Antonia Briuglia, docente del liceo artistico “Martini”, : “I ragazzi sono partiti da una analisi urbanistica dei vari luoghi e di quello che il piano regolatore prevede e su questo hanno realizzato le loro proposte, che vorrebbero vedere realizzate nel loro futuro. Si parla di una città più vivibile, compatibile con l’ecologia urbana e con una nuova viabilità”.

Comment here