domenica, Settembre 15, 2019
Home > Attualità > Dalla ceramica del Cinema del Teatro Mostra di Giorgio Laveri

Dalla ceramica del Cinema del Teatro Mostra di Giorgio Laveri

di Selena Borgna

“Sono onorata di essere qui oggi e voglio ringraziare l’artista Giorgio Laveri per il suo lavoro d’eccellenza”, ha dichiarato il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio durante la conferenza stampa di presentazione della mostra di Giorgio Laveri, che si terrà al Priamar di Savona dal 3 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017, “e mi fa molto piacere che gli artisti del nostro territorio tornino alle loro origini. Laveri è anche un uomo del sociale e le sue opere trasmettono messaggi sociali molto impprtanti”.

Molto entusiasta la critica d’arte Giorgia Cassini :”Ringrazio molto il sindaco e la mostra contiene le opere di Laveri dal 1972 ad oggi e tutti gli aspetti della sua produzione, come un rossetto gigante quasi totemico. Nella mostra non vi è né un percorso cronologico né estetico, ma è divisa stanza per stanza con situazioni del ricordo. Vi saranno esposte opere provenienti da tutto il mondo, come la riproduzione della pistola de “Il Padrino” chiamata Laveri Bum Bum. La mostra è molto ricca e rappresenta fedelmente il carattere dell’artista. Anche il catalogo che accompagna la mostra è molto importante, dato che è impostato sull’uomo Laveri ed è fatto a tappe per diverse nazionalità. La mostra è fatta su più sedi, di cui Savona è quella principale. Le ultime opere di Laveri comprendono tele con cartopittura in omaggio ai capolavori dell’arte cinematografica”.

“Mi sento in dovere di ringraziare il sindaco Caprioglio per la sua disponibilità e voglio ricordare la generosità dell’artista”, ha evidenziato Mauro Baracco vicepresidente della società promotrice degli eventi, “anche perché ha deciso di dedicare una parte del palazzo del Priamar ad una “mostra nella mostra” per rendere omaggio agli amici più cari e dare spazio ai giovani ed agli artigiani, come Ugo Nespolo ed Acciugari. Durante l’intera mostra vi saranno momenti particolari con presenze degne di nota”.

“Il lavoro di sinergia con le due Albisole è molto importante”, ha ribadito il sindaco Caprioglio, “e le eccellenze non sono da sottovalutare, così come il ruolo sociale dell’arte”.

“L’archivio Laveri è molto importante”, ha messo in evidenza Donatella Ramello, rappresentante di Archvio Laveri, “soprattutto per le sue opere presenti in tutto il mondo. Il catalogo racchiude ed ordina tutti i suoi lavori e documenti e la sua storia, unitamente a quella di Savona e delle due Albisole, verranno trattati in due spettacoli : venerdì 9 dicembre ad Albisola Superiore presso il Cinema-Teatro Don Natale Leone alle ore 21 e sabato 10 e 17 dicembre presso il Teatro dei Cattivi Maestri di Savona alle ore 20.30. Negli spettacoli savonesi si parlerà delle dittature cilene ed argentina che insanguinarono quei due paesi il secolo scorso e verranno trasmessi filmati d’epoca correlati da documenti d’archivio e testimonianze inedite”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *