domenica, Settembre 22, 2019
Home > Attualità > Di Tullio sulla riqualificazione del parco urbano del Prolungamento e Rio Molinero

Di Tullio sulla riqualificazione del parco urbano del Prolungamento e Rio Molinero

Il Vicesindaco Livio Di Tullio con deleghe a Edilizia privata, urbanistica, grandi infrastrutture, programmi innovativi e POR, ha fatto il punto sullo stato di avanzamento della procedura aperta n. 3/2012 Lavori di riqualificazione parco urbano del prolungamento e dello spazio pubblico alla base della fortezza del Priamar e su interventi di messa in sicurezza del Rio Molinero.

“Desidero esprimere alcuni importanti chiarimenti in merito ai due interventi, partendo dalla messa in sicurezza del Rio Molinero. Lo Studio tecnico Gaggero, su incarico dell’Amministrazione Comunale, ha elaborato una relazione in merito all’attuazione dei Piani di Bacino nella quale si indica come necessaria la messa in sicurezza di un’area del quartiere di Legino a particolare rischio esondazione. Le considerazioni sono state fatte, anche su uno studio elaborato dall’Università di Genova, in virtù della rinnovata determinazione delle portate di massima piena con tempo di ritorno per tale area modificate da 200 anni a 70 anni. Teniamo conto che la soglia dei 50 anni comporta il rischio immediato. Il progetto di intervento di messa in sicurezza del rio Molinero previsto nell’ambito dell’attuazione dei Piani di Bacino va quindi rivisto e occorre elaborare nuove soluzioni progettuali. Per rispondere a questa necessità ho proposto al Sindaco Berruti di destinare a questi interventi di messa in sicurezza, necessari per non mettere a rischio la popolazione dell’area interessata, una parte dei fondi POR (circa 800.000 euro) impegnati per i lavori di riqualificazione del Prolungamento. Trattandosi di una situazione certificata di pericolo credo sia assolutamente inopportuna ogni speculazione su questa scelta, come emerso da alcune voci fuori o dentro l’Amministrazione. Invito chi alimenta queste voci a contestare la scelta di intervento dal punto di vista tecnico oppure ad assumersi la responsabilità di mettere a rischio una parte della nostra popolazione. Sono anch’io dell’idea che sia importante riqualificare l’intera area del Prolungamento, ma dobbiamo guardare al bene generale, nella certezza che la messa in sicurezza della cittadinanza venga al primo posto. Gli interventi necessari a terminare la riqualificazione potranno essere attuati in futuro. Parlando poi proprio della procedura di assegnazione dei lavori su gara indetta dalla nostra Amministrazione, ed alla recente sospensione della gara in virtù di alcuni controlli effettuati sulle ditte partecipanti alla procedura in base ai criteri stabiliti dal “Protocollo per lo sviluppo della legalità e la trasparenza degli appalti pubblici, tra Prefettura e Comune di Savona”, desidero precisare due punti. Il primo: il Sindaco Berruti ha firmato il Protocollo e, in virtù di quella firma, occorre fare tutte le verifiche del caso e prenderne in esame gli esiti. E’ un impegno preso dall’Amministrazione del quale credo dovremmo andare tutti fieri ed essere coerenti . Non abbiamo nessun dubbio quindi su quello che dobbiamo fare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *