Economia

Dimezzato a gennaio il deficit commerciale

Secondo le stime preliminari dell’Istat sul commercio extra Ue, a gennaio 2013 si è avuto un incremento del 3,9 per cento dell’export sul mese precedente, mentre rispetto a gennaio 2012 la crescita è stata del 17,7 per cento. A gennaio 2013 anche le importazioni sono aumentate, a ritmo meno sostenuto (+3,0%). Sempre a gennaio 2013 la bilancia commerciale con i paesi extra Ue registra un deficit di 2,3 miliardi di euro, più che dimezzato rispetto a gennaio 2012 (-5,2 miliardi).

La crescita mese su mese delle esportazioni interessa tutti i principali raggruppamenti di beni, a eccezione dell’energia (-25,9 per cento). Particolarmente rilevante è l’incremento dell’export di prodotti intermedi (+8,8 per cento) e di beni di consumo (+7,5 per cento). Gli acquisti di prodotti intermedi (+5,4 per cento) presentano una crescita congiunturale ampiamente superiore alla media, mentre i beni di consumo durevoli registrano una diminuzione (-4,7 per cento). Nell’ultimo trimestre la dinamica congiunturale è positiva per le esportazioni (+1,9 per cento) e diffusa a tutti i comparti, con l’eccezione dell’energia (-5,7 per cento). Nello stesso periodo, la marcata diminuzione dell’energia (-12,0 per cento) spiega in ampia misura la flessione complessiva delle importazioni (-5,2 per cento). 
Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, a gennaio 2013 le esportazioni mostrano un ampio incremento (+17,7 per cento), a fronte di una diminuzione significativa delle importazioni (-5,6 per cento). A gennaio 2013 la bilancia commerciale con i paesi extra Ue registra un deficit di 2,3 miliardi di euro, più che dimezzato rispetto a gennaio 2012 (-5,2 miliardi). Nello stesso mese, si è ridotto il deficit energetico (da -6,1 miliardi nel 2012 a -5,2 miliardi nel 2013) e si è notevolmente ampliato il surplus nell’interscambio di prodotti non energetici (da 869 milioni nel 2012 a 2,9 miliardi nel 2013), spiegato per oltre il 90 per cento dal forte avanzo commerciale nei beni strumentali. A gennaio 2013 la crescita tendenziale delle esportazioni è diffusa; soltanto l’energia presenta una diminuzione (-26,2 per cento). La flessione delle importazioni è particolarmente accentuata per i beni di consumo durevoli (-18,5 per cento) e per l’energia (-16,3 per cento).

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: