Cultura e Musica

Domani conferenza su “Mario Gambetta, l’artista e l’uomo”

Domani alle ore 16,30, presso la Sala Conferenze della Pinacoteca Civica di Savona, Maria Pia Torcello e Lorenzo Zunino parleranno di “Mario Gambetta, l’artista e l’uomo”. La conferenza costituisce un approfondimento alla mostra “Mario Gambetta, del reale e del fantastico”, aperta fino al 3 febbraio 2013 alla Fortezza del Priamar, che raccoglie, nello svolgersi delle sale, sessant’anni di vita artistica.

Mario Gambetta è annoverato tra i maggiori pittori liguri del’900, ma difficilmente potremmo rilevare caratteri tipicamente regionali; anche a una superficiale osservazione la sua arte fin dalle prime opere, offre un carattere spiccato e originale. Qualunque sia il soggetto trattato si avverte la profonda differenza di espressione plastica e cromatica rispetto ai suoi contemporanei liguri che raggiunsero una formula quasi definitiva nella rappresentazione pittorica. Lo si può considerare un’esponente dell’arte a livello nazionale. Nel suo procedere l’artista coglie le tendenze che si affermavano in Italia – Impressionismo, Novecento Metafisica – elaborandole con purezza e disincanto. Su queste non indulge a lungo, consapevole di un bisogno di libertà creativa secondo l’intuizione del momento. A chiarire meglio il suo intendimento, precisa che “della figuratività non mi sono fatto un dogma, né una regola, volendomi conservare libero di lasciar correre il mio estro verso qualsiasi nuova avventura”. Gambetta è un artista colto che assapora il privilegio antico della bellezza nelle forme molteplici della natura e della cultura: nelle marine assolate o nella fredda luce invernale, nelle nature morte evocative in cui avvicina gli oggetti più impensati per dare alla composizione un sapore misteriosamente umano, alle composizioni in cui la figura umana appartiene al suo universo più proprio , il “vero inventato” come nel dipinto Veneziane sull’altana. Eccellente disegnatore, a proprio agio nella tempera, nel pastello, nell’acquaforte, nella ceramica, egli trova nella china un alleato fedele per esprimere un mondo ricco di suggestioni e fantasia che piacque molto agli illustratori del tempo. Un carattere schietto e generoso gli procurò amici sinceri tra i colleghi che affettuosamente gli rimproveravano la vita appartata, non sviata da ambizioni eccessive e di non cogliere tutte le occasioni per farsi meglio conoscere. Condivide con Arturo Martini il concetto della responsabilità morale di operare nell’arte: una disciplina che costruisce l’uomo e sostiene l’artista nel suo procedere.

MARIO GAMBETTA, del reale e del fantastico

Savona, Fortezza del Priamàr – Palazzo del Commissario, dal 1 dicembre 2012 al 3 febbraio 2013
Orario di apertura con ingresso libero: giovedì: ore 14,30-17,30; venerdì, sabato e domenica: ore 10,30-12,30/14,30-17,30; mercoledì 26 dicembre: ore 10,30-12,30/14,30-17,30

Visite guidate su prenotazione.
Info: 342.6905791 – associazioneberzoini@libero.it – www.comune.savona.it

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: