giovedì, Settembre 19, 2019
Home > Attualità > Dopo il presunto avvistamento Ufo a Stella Gameragna

Dopo il presunto avvistamento Ufo a Stella Gameragna

Cosa sta succedendo in Liguria?

É il caso di dirlo, cosa stà succedendo in Liguria? Dopo l’avvistamento avvenuto a Seborga vicino a Perinaldo nella provincia Imperiese si sono aggiunte altre segnalazioni che riportavano lo stesso oggetto, il fatto è che queste segnalazioni provengono da diversi punti della Terra , come in Texas a Keller e persino su Marte ( come ha evidenziato lo stesso ufologo ricercatore Emilio Acunzo) Gli oggetti comparati fra loro risultano compatibili per la stessa forma e grandezza e probabilmente colore ( anche se uno dei due oggetti di Perinaldo Seborga risulta luminoso sul bianco ma tutti sono tendenzialmente sul grigio scuro metallico) L’ultima segnalazione in ordine di tempo risale al 04 Maggio 2019 dove una donna abitante presso Gameragna (SV) contatta lo staff di Ufo italia Network per capire cosa sia l’oggetto presente in foto. L’ufologo ligure , molto attivo in Liguria ma anche in tutta Italia , ha subito messo in moto la macchina investigatrice interpellando sia fototecnici e ufologi che collaborano sia internamente che esternamente al gruppo Ufo Italia Network. L’ufologo ricercatore Emilio Acunzo ha notato subito la somiglianza con l’oggetto di Perinaldo ma anche con quello di Keller in Texas e con un oggetto ripreso da Curiosity su Marte , gli ufologi Antonio Bianucci e Angelo Maggioni si sono occupati delle indagini sul posto ( l’ufologo Ligure abita a Savona a pochi chilometri da Gameragna e da Noli punto della strana presenza, mentre il fototecnico interno Daniel Cangialosi si è occupato della verifica analitica della foto. La macchina fotografica è una Panasonic Lumix FZ82 60x , i metadati indicano l’uso dello zoom spinto a 78mm La foto è risultata genuina senza manipolazioni con una alterazione del filtro contrasto che però non ne pregiudica l’esame.Il fototecnico ( ex collaboratore Mediaset) ha appurato alcuni dati importanti, l’oggetto si trova alla giusta profondità della foto e dunque presumibilmente poco dietro alla linea del monte, la sua grandezza è stimata tra i 30 40 metri, ad una altezza dal suolo tra i 300 e i 500 metri , la distanza dal punto di osservazione Gameragna al punto del monte che si vede in foto è pari a 20km in linea d’aria.Il suo colore presumibilmente un grigio scuro metallico. L’ufologo e ricercatore Emilio Acunzo ha confrontato l’oggetto in esame con quello di Seborga( Perinaldo) , oggetto che attirò l’attenzione di tutta la stampa nazionale e che allora fù indagato anche dall’ex brigadiere dei cc Manzoni, ma anche con l’oggetto avvistato in texas a keller tanto da essere definiti gemelli , ma non solo l’ufologo sottolinea anche la particolare somiglianza nello scatto del rover Curiosity su Marte.Vista l’enorme somiglianza degli oggetti si potrebbe presupporre che siano almeno delle stessa entità evoluta , in caso non convenzionale spiega l’ufologo Angelo Maggioni, certamente quello di Curiosity se fosse confermato tale ed essendo uguale a quelli visti e fotografati a Perinaldo, Keller, Gameragna e Savona potrebbe confermare la loro natura non convenzionale , a meno che non siamo già su Marte e non stiamo facendo test di nuovi prototipi militari… L’indagine , spiega Maggioni , potrebbe portare ad una linea di partenza che potrebbe essere datata 7 gennaio 1974 quando un anziano di Bergeggi (SV) vide precipitare un oggetto infuocato molto luminoso inabissarsi proprio a largo dell’omonima isola , intervennero capitaneria di porto, carabinieri, guardi costiera e di finanza , ma non si trovò mai traccia di tale oggetto, l’ufologo ligure è convinto che potremmo trovarci davanti al primo ufo crash Italiano , senza contare dell’ipotetica base aliena alle spalle di Savona in direzione Madonna del Monte ( o degli Angeli) e dell’ipotetica base aliena marina a largo di Portofino e poi il rapimento per opera dei Dargos ai danni del metronotte Genovese Piero Zanfretta . Tutto questo , spiegano gli ufologi coinvolti nelle indagini , è accomunato dall’oggetto fotografato che sembra essere il comune denominatore degli eventi in essere. Visitatori di Marte osservano dunque la zona Savonese? chissà , certo è che ancora oggi l’ufologia non riesce a dare risposte certe , vuoi per disaccordi interni o megalomania di decani allo sbando e organizzazioni di eventi informativi alla frutta, rimanendo affossata a due casi ormai vecchi e stra usati Roswell e caso Amicizia , quest’ultimo poi divenuto il caso emblema del fake del fenomeno ufologico . Ma i tre ricercatori , assieme ad altri come l’ufologo ricercatore di Roma Davide Cristallo stanno davvero dando una nuova svolta all’ufologia italiana con continue ricerche anche sul campo e ipotesi aliene, è il nuovo che avanza! come sempre chiunque abbia visto , filmato o fotografato qualcosa di insolito potete contattare gli ufologi alle seguenti mail : ufoitalianetwork@gmail.comacunzoe@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *