lunedì, Novembre 18, 2019
Home > Attualità > FAI Giovani ed i busti di Albenga

FAI Giovani ed i busti di Albenga

Riscoperta la figura dello scultore Santo Varni

Il Gruppo FAI Giovani della Delegazione di Albenga-Alassio, in collaborazione con l’Istituto Internazionale di Studi Liguri, apre al pubblico la Sala dei Busti, già Sala del consiglio comunale. Venerdì 1 e sabato 2 Novembre 2019, al Palazzo Comunale di Albenga, sarà possibile visitare la Sala, solitamente inaccessibile al pubblico, per ammirare i busti lì custoditi e le decorazioni pittoriche.

Scopo della visita è mettere in luce alcune opere scultoree da poco attribuite a Santo Varni (1807-1885), artista di spicco nel panorama artistico dell’Ottocento.

Talento precoce e allievo prediletto di Giuseppe Gaggini, del quale avrebbe preso il posto, completò la propria formazione a Firenze presso Lorenzo Bartolini, il maggiore scultore italiano dell’epoca. Apprezzato da una committenza altolocata, che incluse esponenti della casa reale, e dell’aristocrazia e dell’alta borghesia genovesi, fu in relazione con artisti e intellettuali italiani e stranieri e punto di riferimento per un’intera generazione di artisti. Le sue straordinarie collezioni, raccolte nella casa-studio di Genova, che alla sua morte avrebbe dovuto divenire un museo, furono purtroppo disperse.

I busti ritraggono sovrani di Casa Savoia e personaggi illustri del ceto aristocratico e assistenziale della città di Albenga.

L’ iniziativa è stata avviata da una collaborazione tra il Gruppo FAI Giovani di Albenga – Alassio e l’Istituto Internazionale di Studi Liguri per permettere al pubblico di ammirare i busti, le qualità artistiche dei quali, giovedì 31 Ottobre alle ore 16,30, faranno parte dei temi della conferenza “Santo Varni, protagonista poliedrico della cultura ottocentesca: quattro sue opere inedite per Albenga”, di cui saranno relatori Caterina Olcese Spingardi della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria e Luca Lanzalaco dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri.

La conferenza è il primo di una lunga serie di eventi che saranno tenuti in collaborazione con l’Istituto Internazionale di Studi Liguri, nell’ottica di contribuire alla difesa ed alla tutela del patrimonio storico artistico della città di Albenga.

Programma:

Giovedì 31 Ottobre conferenza: “Santo Varni, protagonista poliedrico della cultura ottocentesca. Quattro sue opere inedite per Albenga.” Dalle ore 16:30 presso la Sala del camino di Palazzo Peloso Cepolla, a cura di Caterina Olcese Spingardi della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria e di Luca Lanzalaco dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri. Al termine della conferenza sarà possibile visitare la Sala dei Busti in anteprima assoluta.

Venerdì 1 Novembre visite Guidate: “Santo Varni, quattro opere inedite ad Albenga”. La mattina dalle 10.30 alle 12:00, pomeriggio dalle 16:00 alle 18:00 presso il Palazzo Comunale di Albenga a cura dei ragazzi del Gruppo FAI Giovani di Albenga-Alassio. (Visite a contributo minimo di 3 euro).

Sabato 2 Novembre visite Guidate: “Santo Varni, quattro opere inedite ad Albenga”. Il pomeriggio dalle 16:00 alle 18:00, presso il Palazzo Comunale di Albenga a cura dei ragazzi del Gruppo FAI Giovani di Albenga-Alassio. (Visite a contributo minimo di 3 euro).

Informazioni e Contatti:

Matteo, 3201483749

Facebook: FAI Giovani – Albenga Alassio;

Instagram: FAIGiovaniAlbengaAlassio

albenga@faigiovani.fondoambiente.it

Durante l’evento sarà possibile iscriversi al FAI alla quota di benvenuto FAI Giovani di 15€ dai 18 ai 35 anni e di rinnovare l’iscrizione alla stessa quota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *