domenica, Agosto 18, 2019
Home > Cultura e Musica > Festa dell’Inquietudine: un dibattito su Enzo Tortora aprirà l’edizione 2013

Festa dell’Inquietudine: un dibattito su Enzo Tortora aprirà l’edizione 2013

Prime anticipazioni sul programma della sesta Festa dell’Inquietudine, che si terrà dal 31 maggio al 2 giugno 2013 a Finale Ligure. Il dibattito di apertura, organizzato in collaborazione con il Centro Pannunzio di Torino, è dedicato a Enzo Tortora e vedrà la partecipazione di Luciano Violante, della compagna di Enzo Tortora Francesca Scopelliti, del direttore del Pannunzio Pier Franco Quaglieni, del giornalista Francesco Cevasco e del docente di Diritto processuale penale all’Università di Udine Andrea Scella.

Il dibattito, intitolato “Enzo Tortora, storia di inquietudine, di mala giustizia e di mala stampa, di alta testimonianza civile” si terrà il 31 maggio, alle 15, all’Auditorium di Santa Caterina in Finalborgo (ingresso libero). “Enzo Tortora è stato uno dei padri della televisione italiana, creativo, innovatore, libero, ribelle ai diktat. – dice il presidente del Circolo degli Inquieti, Elio Ferraris – Sarebbe stato un perfetto “Inquieto dell’Anno” se non fosse stato vittima di una vicenda surreale, matrice di sofferenze vere, drammatiche. Era una delle persone più note ed amate del Paese quando fu imprigionato con accuse infamanti. Oggi tutti riconoscono la gravità dell’errore giudiziario, ma trent’anni fa poche voci si levarono a sua difesa. Enzo Tortora tenne per 3 anni un comportamento esemplare, non chiese la libertà provvisoria e rinunciò all’immunità parlamentare. La sua testimonianza per il rispetto dei diritti della persona è oggi più che mai un esempio di eroismo civile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *