martedì, Dicembre 10, 2019
Home > Attualità > Fiaba premia “i futuri geometri progettano l’accessibilitá”

Fiaba premia “i futuri geometri progettano l’accessibilitá”

Fiaba 2014 Istituto BoselliAccessibilità. È questo l’obiettivo che FIABA persegue da quando è nata, nel 2000. Permettere a tutti di accedere in tutti i luoghi, siano essi privati o pubblici. E questo, ad oggi, non è sempre concesso. Come ha più volte spiegato il Presidente di FIABA, Giuseppe Trieste, “ le barriere architettoniche non devono essere un ostacolo da aggirare ma uno stimolo per una progettazione innovativa”. Ed è proprio alla progettazione innovativa che si è rivolta l’ultima attività promossa da FIABA, che ha voluto organizzare sul tema. Mercoledì 4 giugno 2014 si è svolta la 2^edizione del progetto scolastico nazionale “I futuri geometri progettano l’accessibilità”, promosso da FIABA in collaborazione con MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), CNGeGL (Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati), con il sostegno di Leroy Merlin e Geoweb e con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri e Associazione Nazionale dei Costruttori Edili. L’evento che si è svolto presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri a Roma, ha visto anche la partecipazione delle istituzioni e di alcune delle personalità più importanti del settore. In rappresentanza del mondo istituzionale sono intervenuti, in apertura dei lavori, il Senatore Roberto Ruta che ha ricordato come “la cultura deve essere un esempio di civiltà e l’Italia dovrebbe esserne a capo e non indietro” e in chiusura il Vice Presidente del Senato Maurizio Gasparri che ha sottolineato “la validità e l’utilità di questi progetti” auspicando per la Repubblica italiana “ l’abbattimento di ogni ostacolo e ogni barriera, comprese quelle architettoniche”.Tra gli altri che hanno partecipato in qualità di relatori, il Presidente del Consiglio Nazionale dei Geometri e dei Geometri Laureati Maurizio Savoncelli, che ha voluto ribadire come “il riuso del territorio e la sua riqualificazione siano un problema di cultura, proprio come lo sono le barriere architettoniche”e per questo, ha aggiunto che “ il Consiglio dei Geometri ha voluto aderire con piacere a questa iniziativa, dato che il nostro ruolo è sempre stato quello di essere al fianco dei Geometri, sia nel corso del loro percorso formativo che nello sviluppo della loro carriera professionale”. Per farlo, ha ricordato Savoncelli “ ci siamo avvalsi di FIABA e di GEOWEB, una realtà aziendale dinamica che da oltre 10 anni offre ai professionisti in tutta Italia un insieme di servizi mirati a semplificare l’attività professionale degli iscritti alla categoria e a migliorare il rapporto con la Pubblica Amministrazione”. Proprio GEOWEB è stata uno dei sostenitori dell’evento e in sua rappresentanza è intervenuto l’Amministratore delegato Francesco Gerbino che ha voluto, in poche parole, spiegare la mission della sua società: “siamo un’azienda che inventa servizi attraverso l’informatica e la telematica per semplificare l’attività del professionista”. E ha aggiunto “siamo sostenitori di FIABA”. Dopo di lui, è stata la volta dell’altro importante partner che ha contribuito alla realizzazione dell’iniziativa, il colosso francese LEROY MERLIN, per il quale è intervenuto il Coordinatore per lo sviluppo sostenibile Luca Pereno che nel salutare i ragazzi presenti in sala ha voluto definirli in una maniera del tutto particolare: “ Mi piace pensare – ha detto Pereno- che voi, come succede nelle fiabe, possiate essere i nostri eroi, che combattono per l’accessibilità”. A comporre il panel dei relatori ci sono stati anche il Vice presidente della CIPAG, Diego Buono, e il dirigente del MIUR ( Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca) Raffaele Ciambrone. Al termine della premiazione, l’ultima parola è spettata al Presidente di FIABA, che salutando e ringraziando i partecipanti ha voluto esprimere il suo personale auspicio: “ Non esistono sogni impossibili – ha detto – ognuno di noi si frena a fare delle cose. La scuola italiana deve aiutare gli studenti a trasmettere la loro creatività”. Ma chi sono allora questi eroi? Sono gli studenti degli Istituti Tecnici per Geometra che hanno aderito all’iniziativa, realizzando un progetto per l’abbattimento delle barriere architettoniche in un’area da loro individuata. Dei 28 istituti che sono stati coinvolti, 10 sono stati premiati. Questi gli Istituti Tecnici per Geometra presenti alla premiazione:

1. I.T.G. “A. Manetti” di Grosseto;
2. IIS “T.Patini” di Castel Di Sangro (Aq);
3. IIS “A.Cederna” di Velletri (Rm);
4. IISS “Boselli – Alberti” di Savona;
5. ISS “Leardi” di Casale Monferrato (Al);
6. ISS “C.Cavour” di Vercelli;
7. ITCG “M.Rapisardi” di Caltanisetta;
8. ISISS “U. Foscolo” di Teano,
9. ITSG “F.Parlatore” di Palermo;
10. ITCG “A.Deffenu” di Olbia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *