domenica, Settembre 15, 2019
Home > L'arte dell' Eco > Giordano Giampaolo “Presenze nello spazio”

Giordano Giampaolo “Presenze nello spazio”

Se incontriamo per la prima volta le “composizioni”, che traducono le verità a cui è approdato l’Artista, percepiamo come un unico insieme forme e atmosfere, nel momento in cui torniamo ad osservarle ci rendiamo conto di quanto sia determinante lo spazio, anche se pervaso da fumiganti nuvole quasi trasparenti di cromatismi impalpabili. Solo mettendo a fuoco le immagini, che sono come immerse in una profondità marina o in un ambiente rarefatto, sebbene costituito da materiale inconsistente ma visibile, trasparente come appunto può essere l’acqua o l’aria, avvertiamo che stiamo sprofondando in caduta libera nell’abisso dove l’Artista ha saputo tenere nascosto un prezioso tesoro: il suo mondo, le sue verità e le sue scoperte; dobbiamo perciò scandagliare o rimuovere la materia impalpabile per avere la visone concreta del mondo interiore tutto Suo in cui il particolare si è fatto universale. Nelle opere esposte, l’inconsistenza delle atomosfere impalpabili e sfumate duetta o duella con il segno dei contorni volubili delle figure e degli oggetti. Al primo sguardo sembra che la superficie pittorica contenga solo volute cromatiche. Solo ad una seconda esplorazione l’occhio, come abbiamo già notato, estrae le figure, le porta in primo piano, e appaiono come se fossero ritagliate e incollate. Chi osserva la singola opera viene attirato nella rarefatta atmosfera dove si nasconde l’immagine protagonista. Il necessario spostamento dal fondo alla superficie ripercorre il venire a galla dal subconscio dell’idea matrice, che si cocretizza nel soggetto descritto. Continuando ad osservare, torniamo ad immergerci nel fumigante mondo interiore e in questo modo inizia un discorso verbale tra l’opera e l’osservatore, le figure sembrano bisbigliare frasi che acquistano significati differenti a seconda del nostro vissuto: magia, suggestione qualunque sia la causa l’Artista é riuscito a farsi ascoltare in modo inconsueto attraverso immagini dotate dello straordinario potere di farsi suono e parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *