sabato, Ottobre 19, 2019
Home > Attualità > Gli alberi cadono

Gli alberi cadono

E con loro anche i ricordi

Orami abbattere alberi è divenuta quasi una moda, non solo le piante di piazze e viali, ma anche quelle che svettano su terreni privati possono costituire un pericolo per la pubblica incolumità e vanno quindi monitorati con attenzione e sottoposti ad interventi in grado di minimizzare i rischi. E’ il senso di un’ordinanza del sindaco di Savona rivolta ai privati proprietari di alberi d’alto fusto che, in caso di caduta totale o parziale, possono crollare su aree frequentate.

Ma è proprio il “monitoraggio” a destare, a giudizio dello scrivente, qualche sospetto sulla reale stabilità degli alberi; quelle scatolette che decidono sulla vita o sulla morte di un albero che magari vediamo da decenni, saranno veramente affidabili? Diverso è il discorso sulla manutenzione delle alberature di proprietà privata che incombono su strade ed aree pubbliche: la mancata cura degli alberi indubbiamente “comporta potenziali e seri pericoli per l’incolumità pubblica e privata”. Di qui l’intimazione-invito ai proprietari di eseguire un’accurata verifica di stabilità delle piante di altezza superiore ai 5 metri presenti nei giardini e terreni privati, il controllo sullo stato di salute degli alberi e adeguate potature, in modo da metterli nelle migliori condizioni nelle giornate caratterizzate da vento e maltempo.

Nelle giornate del 28 ottobre 2018 e del 5 maggio scorso, ricorda l’ordinanza, si sono verificate importanti precipitazioni atmosferiche con vento ad elevatissima intensità, che hanno causato il crollo o danni irreversibili alla stabilità di diversi alberi sul territorio comunale, con numerosi interventi dei Vigili del Fuoco di Savona su terreni privati per la messa in sicurezza.

Comunque, nella nostra epoca di follia e di ossessione della catastrofe climatica – che comunque riguarda sempre gli altri mentre a noi ci fa ben sperare per andare al mare , e d’altronde, qui da noi, è giusto perchè siamo una regione turistica e di stazioni balneari fra le più note – sarebbe opprtuno usare sempre la testa, prima delle scatolette cui è in mano il destino degli alberi, utili per migliorrae l’atmosfera delle città, tanto è vero che, recentemente, e ce ne siamo occupati anche noi, una sezione del Lyons Club, aveva lanciato una campagna per la piantumazione di alberi a livello mondiale!

 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *