lunedì, Marzo 25, 2019
Home > Cultura > Grande successo per le giornate del FAI ad Albenga

Grande successo per le giornate del FAI ad Albenga


di - 25 Marzo 2015, 17:23

giornate fai di primaveraHanno riscosso un grande successo le due giornate dedicate dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) all’apertura, per l’inizio della Primavera, di alcuni dei siti più belli del nostro Paese. Anche nel comprensorio ingauno c’è stata una grande affluenza di pubblico, proveniente da tutta Italia ed anche dall’estero.
Le visite sono state effettuate nei palazzi nobiliari cittadini, aperti appositamente per l’occasione: Palazzo Costa del Carretto (ora sede della Curia Vescovile), Palazzo e Torre della Lengueglia Costa, Palazzo Peloso Cepolla, Palazzo Borea Ricci, Palazzo Rolando Ricci e Palazzo d’Aste. Ad accompagnare i visitatori sono stati, così come avviene ormai da alcuni anni, gli studenti delle Scuole di Albenga, Loano, Alassio e Finale Ligure, che hanno svolto questo compito con grande entusiasmo: “Quest’anno – dice Marinella Bruno, capo delegazione del locale Fai – la nostra sezione ha partecipato all’evento con un ricco programma. Ad Albenga erano visibili infatti oltre alla Necropoli, dove venne rinvenuto il celebre “Piatto Blu”, alcuni prestigiosi palazzi nobiliari cittadini. Le Giornate di Primavera sono state una grande festa di piazza dedicata ai beni culturali, un’occasione unica per scoprire luoghi normalmente inaccessibili e sentirsi parte di una grande comunità unita dagli stessi valori e dallo stesso patrimonio culturale in cui risiede la nostra identità. A livello nazionale sono stati aperti chiese, ville, borghi, palazzi, aree archeologiche, castelli, giardini, archivi musicali: ben 780 luoghi situati in 340 località, grazie all’impegno ed all’entusiasmo dei volontari FAI e delle varie delegazioni”. Ad accompagnare i visitatori nei vari siti albenganesi sono stati proprio gli “Apprendisti Ciceroni”, studenti degli istituti “ Redemptoris Mater” di Albenga, “Falcone” di Loano; Liceo Scientifico e Classico “Giordano Bruno” di Albenga; Agrario “Giancardi” di Albenga; Salesiano “Don Bosco” di Alassio e Professionale Alberghiero “Giancardi” di Alassio.
“ Grazie a questi studenti – ha detto a fine manifestazione Virginia Blasi – che vorrei definire la linfa del Fai, cresce in noi la speranza che le nuove generazioni abbiano a cuore la tutela del patrimonio artistico, architettonico e culturale, più delle generazioni passate”. Alla organizzazione delle “Giornate di primavera” ingaune hanno collaborato Comune di Albenga, Diocesi di Albenga-Imperia, Istituto Studi Liguri, Famiglia Barbero, Famiglia Costa, Famiglia Parodi, Famiglia Delfino, Associazione Palazzo Scotto Niccolari, PSN Lab, la dottoressa Marta Conventi (Sovrintendenza della Liguria), la dottoressa Josepha Restagno Costa (IISL) e le ditte Formento, La Genovese, Noberasco e Sommariva.

Claudio Almanzi 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *