lunedì, Novembre 18, 2019
Home > Attualità > Grandi delusioni e grandi soddisfazioni lo sport ci riserva tutto

Grandi delusioni e grandi soddisfazioni lo sport ci riserva tutto

Dicono che lo sport è “scuola di vita”! Mai parole più giuste, nonostante che a molti non piacciono gli slogan o le frasi fatte. Lo sport è “scuola di vita”…eccome! La nostra vita, man mano che passano gli anni, ci riserva ogni sorta di sensazioni e ad accettare quanto ci accade intorno. I momenti di gioia, di soddisfazione e di gratificazione si alternano, molto spesso a momenti difficili, tristi, dove l’amarezza e la delusione si alternano in un seguito continuo di eventi. L’uomo deve essere, quindi, sempre pronto ad accettare ogni fatto che la vita gli propina e deve farlo con coerenza e serenità, comprendendo che non sempre tutto quanto lui desidera può andare al meglio. Essere pronti, quindi, ad accettare situazioni e fatti non desiderati che, spesso, sconvolgono anche il nostro modo di pensare di agire. Non è facile, tutt’altro, arrivare a questa maturità: maturità che non significa certo la passiva accettazione di fatti negativi accaduti, ma che ci aiuta a superare ostacoli gravosi ed a valutarne serenamente l’accaduto immagazzinando quell’esperienza che sarà sempre utilissima per il futuro. Anche la crescita di un giovane è disseminata di momenti felici e sereni ad altri poco lieti, se non del tutto negativi. La scuola, la famiglia, l’associazionismo sono ambienti ove il giovane, vivendo a diretto contatto con altri simili, impara a vivere realtà diverse in un susseguirsi di sensazioni belle o meno belle che contribuiscono a formare la sua personalità ed alla sua maturazione psicofisica. A tutto ciò contribuisce in maniera notevole, se non determinante, il mondo dello sport ove anche i fatti apparentemente negativi possono trasformarsi in momenti positivi futuri. L’accettazione di un risultato sportivo negativo, serve da stimolo per capire ed apprezzare il proprio miglioramento contribuendo a fortificare il carattere del giovane che, proprio nella negatività di alcuni eventi deve trovare modo e maniera per migliorare e crescere anche eticamente. Delusioni e soddisfazioni dello sport. Per tornare a vecchi slogan “nella vita non si può vincere sempre”! Occorre anche “saper perdere” anche se la sconfitta, a volte sembra essere ingiusta o frutto di pura e mera sfortuna. Che senso avrebbe la nostra vita se tutto filasse sempre al meglio e se una soddisfazione seguisse l’altra continuamente non saremmo nemmeno più in grado di assaporare la soddisfazione in quanto tale, essendone ormai assuefatti. Anche lo sport insegna questo: a gustare i momenti vittoriosi e ad accettare quelli in cui la vittoria non è stata raggiunta. Un’ accettazione che, peraltro, va condivisa sempre dai compagni di squadra e che, comunque, contribuirà a creare un gruppo coeso e ben amalgamato anche i momenti belli, di gioia e di soddisfazione per una vittoria vanno metabolizzati e condivisi con l’intero gruppo con una gratificazione che coinvolge tutti e c he potenziare di più il gruppo. Per i giovani e sempre molto difficile comprendere tutto questo:        l ‘opera dei dirigenti e soprattutto dell’allenatore deve mirare a senza mai preparare la squadra ad accettare ogni verdetto con serenità senza mai drammatizzare la sconfitta o addossarla a qualcuno in particolare e senza mai cadere nell’eccesso della auto gratificazione o di presunta superiorità quando la vittoria arride, a denigrare o esaltare i giovani ci vuole molto poco occorre, da parte di chi li guida, coerenza tenere sempre bene i piedi in terra. La valutazione, anche nella vita e non solo nello sport, di ogni sconfitta o di ogni vittoria, va sempre fatta con sincerità con massima obiettività. Lo spogliatoio o altra sede di riunione è il luogo ove il giovane va preparato all’ “evento”: adoperando parole incentivanti e mai tassative. Anche se a volte non sembra, i giovani stanno a sentire e sono in grado di ben rielaborare ed assimilare i concetti ed i messaggi che vengono loro trasmessi. La dialettica dell’allenatore è parte e momento importante nella preparazione dell’evento sportivo. La vita, lo sappiamo tutti bene, e un continuo susseguirsi di eventi belli o brutti e dobbiamo essere sempre pronti ad affrontarli e superarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *