lunedì, Novembre 18, 2019
Home > Attualità > ‘Happy Goldoni!’ nelle Grotte di Borgio il 30 giugno

‘Happy Goldoni!’ nelle Grotte di Borgio il 30 giugno

di Laura Sergi

Già la prossima settimana, giovedì 30 giugno, prenderà il via l’ampio cartellone del 50° Festival teatrale di Borgio Verezzi, con il debutto nazionale di: ‘Happy Goldoni!’, la prima delle tre anteprime previste per festeggiare l’importante ricorrenza. Sotto la produzione del Teatro Stabile di Genova, alle Grotte di Borgio, Mercedes Martini anche autrice del testo, sarà accompagnata al contrabbasso da Riccardo Barbera (pure, qua e là, trascinato a recitare). ‘La modernità di Goldoni non si discute – dice Mercedes Martini -. Le sue tematiche, le relazioni fra i personaggi, il montaggio degli atti e delle scene sono ancora oggi una macchina teatrale perfetta… L’idea è quella di entrare nel suo mondo di mille caratteri con una persona sola; una compagnia in miniatura’.

Con scene tratte delle sue opere più famose: ‘La Casa nova’, ‘Le smanie per la villeggiatura’, ‘Gli innamorati’, ‘L’Arlecchino’, in ‘Happy Goldoni!’ i comici sciopereranno, si distrarranno, non vorranno fare lo spettacolo. Spiega ancora l’attrice: ‘La serva di scena Ricciolina è spinta sul palco a fare il prologo, cioè a prendere tempo. Aspetta invano l’arrivo degli altri personaggi, e invece di lustrare semplicemente le maschere, le deve indossare e deve interpretare tutte le parti: Pantalone, Brighella, il Dottore, Arlecchino, Smeraldina, gli attori giovani, i primi attori’.

In prima nazionale in Italia, lo spettacolo è reduce da una tournée in Cina. Regista collaboratore sarà Fabrizio Matteini. Appuntamento allora il 30 giugno nelle Grotte, come di consueto alle 21.30 (nella foto, Martini e Barbera).

Brevemente, queste le altre due anteprime. Venerdì 8 luglio, sempre in prima nazionale ma ora in piazzetta Sant’Agostino: ‘Romeo e Giulietta’ di William Shakespeare, traduzione di Fausto Paravidino, regia e adattamento di Carlo Orlando e Eva Cambiale, anche sul palco con Manuel Zicarelli e la Compagnia del Barone Rampante.

Infine la terza anteprima, sabato 9 luglio: ‘Festival in Musica – Concerto di musiche e colonne sonore dedicate alla storia del Festival’, con la Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori ‘Note Libere’ e la partecipazione del M° Cesare Depaulis. A presentare la serata, Roberto Tesconi.

Poi, pochi giorni ancora, ed il 14 luglio entrerà nel vivo il Calendario del Festival, con: ‘I Manezzi per majâ na figgia’, di Niccolò Bacigalupo, con Jurij Ferrini e Orietta Notari, il primo anche regista. Un testo emblematico, in prima nazionale, sia per il Ricordo a Gilberto Govi nel Cinquantennale della Rassegna e in concomitanza ai 50 anni dalla sua scomparsa, sia per il tema dell’edizione 2016: ‘Gli Umani Sentimenti’. Dopodiché ci saranno altri nove eventi, di cui otto in prima nazionale.

Ne riparleremo, perché ora vorremmo mettere in risalto la grande mole di iniziative speciali per rendere indimenticabile questa stagione teatrale. Ad esempio, la realizzazione di un libro sui 50 anni della storia verezzina, con ricordi e aneddoti di alcuni storici protagonisti del Festival, ricco di tante foto, con la presentazione essenziale di ogni edizione (in pratica, un’integrazione al museo all’aperto: ‘Una Storia lunga un Festival’, con i suoi 49 pannelli informativi disseminati nel paese). Ci sarà anche una Mostra del Cinquantennale, che farà ripercorrere al pubblico le varie tappe del successo della Rassegna: sarà allestita sempre all’aperto in occasione della Prima del Festival, poi visitabile in un locale comunale. Ancora, un’Esposizione di Poster d’Autore, per i singoli spettacoli classici andati in scena via via negli anni, realizzati grazie a: Simone Alfarone, Valentina Biletta, Alessandro Coppola, Paolo d’Altan, Roberto Lauciello, Sergio Olivotti, Adan Paredes Barrera, Simona Pollio, Alex Raso, Gianluca Sturmann e Stefano Tirasso. Ed è in corso la valutazione dei dieci migliori lavori del Concorso grafico nazionale per la realizzazione di una locandina dedicata a Govi, riservato agli studenti delle scuole superiori di tutta Italia, che formeranno un’altra Mostra contestuale.

Non ultimi, da citare ancora gli eventi collaterali che già conosciamo: il 46° Premio Veretium per la Prosa, il Premio Camera di Commercio Riviere di Liguria (per la scorsa stagione assegnato a ‘Figli di un dio minore’ di Mark Medoff), l’edizione speciale di #verezzinfestival e il Vernissage inaugurale Prima della Prima a cura dei volontari di ‘Verezzi.net’.

Biglietteria in viale Colombo 47 (tel. 019.610167) e in piazza Gramsci, un’ora prima di ogni evento (www.festivalverezzi.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *