I lampi e la luna

I lampi e la luna

Ma cosa sta succedendo ad alcune donne? Mica ragazzine. Donne mature, madri che educano. Esiste una parte di loro che, dopo una storia, un matrimonio, la formazione della famiglia , oppure anche dopo una storia dove il destino non ha steso il tappeto rosso, vengono lasciate. Magari anche malamente , ma riescono con la forza dell’orgoglio e dell’amor proprio a tirarsi in salvo, a preservare loro stesse, la loro dignità, quella dei figli e la storia di una famiglia che si era scelta, ma col passare del tempo, non ha raggiunto il per sempre. Vedo alcune donne fare cose allucinanti. Nocive solo a loro stesse senza che siano in grado di capirlo. Vedo scenate bellicose dove vengono rivangate vite che hanno dedicato immolandosi su un altare dove nessuno le ha costrette a rimanere oppure troni regali invidiati da tutti e che hanno paura di perdere. Armate fino ai denti fanno scenate inenarrabili. Tutto davanti ai figli che stanno malissimo. Tutto davanti a genitori e suoceri anziani ai quali ogni parola è spada che trafigge. In tempo di social vedo donne che pubblicamente insultano nelle agorà virtuali, ma non meno affollate la presunta amante che per un like ad un post del sospetto fedifrago, La insultano, la mortificano, la minacciano, la deridono, creando nel pubblico che assiste un misto di imbarazzo e di divertimento, ma anche di compassione per questa psicolabile. E più pubblico hanno più la performance è magistrale.Ora, se proprie da una gelosia da accattonaggio , dovrebbero, quantomeno, interloquire con il marito in privato senza rendere partecipi persone che nulla sanno e che di panni da lavare hanno già i propri. Ma su … un po’ di eleganza che va sempre a braccetto con l’intelligenza. Ma no! Loro scendono in piazza e cominciano il cantico degli insulti alla poveretta messa alla pubblica gogna e magari innocente e la vergogna dilaga e la dignità muore di un male profondo. Al mercato del pesce la “ signora” in questione avrebbe un fulgido futuro. Dal momento che un uomo decide per un cambiamento queste lo inseguono, lo trattengono, convincono i figli che il padre è un disagiato immemore della fortuna che aveva. Rendono la vita dell’altra , della rivale un inferno che non ha senso di essere. Un susseguirsi di scenate ( anche per strada) che prevedono insulti che vanno dalla prostituzione al plagio di una mente labile e annoiata. No ragazze. Non è cosi.E’ proprio quando una donna viene abbandonata che occorre che  subentri il silenzio. Deve fare cio’ che uomo non si aspetta mai: agire in modo diverso e decoroso. Fa la valigia? Aiutalo. Raffazzona nella fretta maglie e camicie? Aiutalo. Piegale. Pretende di inserire nella sua auto 250 pacchi pieni di vita precedente? Offri la tua e il tuo aiuto per il trasporto. Risalita in casa, da sola, richiudi la porta. Battila da scardinarla se è il caso. Non importa il motivo, importa il vostro comportamento nella crisi finale e fatale. Analizzare i motivi in quel preciso presente non vi solleva, vi fa precipitare. Le accuse comunicate goccia a goccia con un messaggio nel momento in cui vengono in mente tolgono a lui ogni dubbio eventuale. E’ giusto. No, non lo è, ma è  reale. E allora pregate il Dio Silenzio di impadronirsi di voi. Parlate ai vostri figli dicendo loro che si puo’ essere ottimi genitori senza essere coniugi. Non distruggete loro la figure paterne perche fa parte, per loro, dei grandi amori della vita, come voi. Fate silenzio. Non raccontate la vostra storia. Non fa scalpore, vi garantisco. E’ diventata costume.
Parlate d’altro. Con tutti. Salvate la vostra dignità che è sempre bene supremo. Non si ricorderanno di voi per le giarrettiere che avete usato nel vostro ultimo incontro, come se un richiamo sessuale facesse scomparire la volontà di non esserci più. Saranno solo la dignità granitica ed il silenzio a salvarvi. O dimenticherete in fretta e sarete altrove dove capirete che tutto sommato li state bene. O lui, stupito e privato di una parte mancante che pensava non aveste ritornerà richiamato da quella voce del silenzio che non conosce barriere. Arriva sempre a destinazione e non aspetta repliche. E se non dovesse mai accadere sarà sempre il silenzio , la riservatezza, il sorriso che non si ha voglia di fare, a rendervi indimenticabili.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: