sabato, Agosto 17, 2019
Home > Rubriche > Lettere alla redazione > I politici non rubano mai

I politici non rubano mai

Anche a noi capita di nausearci nel ripetere continuamente, denunciare, fatti & misfatti di questa nostra Italia incamminata in un percorso di declino irreversibile senza più appigli di salvezza che ‘anche la speranza non ha più senso è una colomba nera nel buio della sera’.

Già l’aveva detto Socrate che noi italiani ‘sappiamo di non sapere’, disincantati, per non dire ammosciati, delle vicende del nostro Paese, rimbecilliti da vent’anni di stupidario televisivo e da una informazione castrata a monte o smaccatamente di parte.
Sorvoliamo sulle menzogne che i politici ogni giorno ci propinano, estraniandoci dal verificare e giudicare mentendo così anche a noi stessi, svilendo il nostro vivere quotidiano, in fondo, ma proprio in fondo, i politici si sa che non rubano mai basta vedere i loro visi serafici senza alcuno segno di rossore o di vergogna anche quando presi con le mani nel  sacco: siamo noi, cittadini ingrati, invidiosi, a pensare male, è giunta l’ora di rendersene conto e chiedere umilmente scusa…
Nessuno dei nostri ‘politici orchestrali’ è in grado, o gli è impedito, di elaborare il senso di un presente che necessita di recuperare i fili, gli ideali e le emozioni di una sacralità sociale al di fuori dal condizionamento di ‘caste e cerchi magici’, di palesare e rendere finalmente pubblici i terribili scheletri del male celati negli armadi che ancora oggi oscurano il nostro futuro facendosi grasse e malvagie risate alle nostre spalle. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *