domenica, Agosto 18, 2019
Home > Attualità > “Il 2018 che vorrei…” I sindaci della provincia di Savona si raccontano: parola al sindaco di Borgetto Giancarlo Canepa

“Il 2018 che vorrei…” I sindaci della provincia di Savona si raccontano: parola al sindaco di Borgetto Giancarlo Canepa

La fine di un anno porta con sé i bilanci delle esperienze che si sono fatte ed è così anche per gli amministratori pubblici, che riassumono le opere già realizzate e quelle ancore da realizzare. I sindaci della provincia di Savona non fanno eccezione e per l’anno nuovo hanno alcuni desideri e progetti. Oggi è il turno di Giancarlo Canepa di Borghetto Santo Spirito.

  • Si parla spesso di crisi, patto di stabilità, conti in rosso. Come stanno le casse del Suo comune?
  • Le casse del comune, com’è ormai noto, sono in cattive condizioni ed abbiamo dichiarato un pre-dissesto per 1,5 milioni di euro. Questa è stata per noi l’unica strada percorribile e siamo consapevoli che ci saranno sacrifici e tagli, un aumento delle entrate con il ritocco delle aliquote e tutti i capitoli di spesa saranno tagliati, ma questo piano di rientro in dieci anni ci permette un minimo respiro
  • Se potesse chiedere solamente una cosa al governo nazionale per il 2018 cosa chiederebbe?
  • Al governo nazionale chiederei più stanziamenti e meno assorbimento delle riscossioni perché il comune è, in pratica, l’esattore dello Stato
  • Se si votasse oggi pensa che verrebbe nuovamente eletto/a?
  • Sono stato eletto da pochi mesi e credo che sarei nuovamente eletto perché abbiamo mantenuto lo stesso contatto con la gente della campagna elettorale
  • Tre promesse concrete per il 2018
  • Abbiamo redatto un piano di rientro con la Corte dei Conti ed ora dobbiamo andare in regione per ottenere i fondi per la messa in sicurezza dell’alveo del fiume. Abbiamo anche bisogno di una pulizia generale dei rii perché il nostro comune è stato colpito in passato da alluvioni e un altro obiettivo per il prossimo anno è la riqualificazione di almeno una piazza che diventi un centro di aggregazione per la città. Il 2018 sarà molto importante anche perché spero di realizzare opere con gli oneri di urbanizzazione
  • Un bilancio della Sua amministrazione
  • Il bilancio di questi primi mesi è molto positivo perchè mi sono reso conto che la gente aveva bisogno che ci fosse un sindaco dopo ben 11 mesi di commissariamento. Il sindaco precedente era molto lontano dalla cittadinanza ed io ascolto volentieri le persone
  • Si ricandida allo scadere del Suo mandato elettorale?
  • E’ ancora presto per dire se mi ricandiderò allo scadere del mandato perchè sono in carica da pochi mesi

 

 

Altre interviste:

Clicca QUI per Franco Bologna sindaco di Carcare

Clicca QUI per Giorgio Cangiano di Albenga

Clicca QUI per Dario Valeriani di Pietra Ligure

Clicca Qui per Enzo Canepa di Alassio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *