martedì, Gennaio 22, 2019
Home > Politica > “Il 2019 che vorrei…” – Intervista al sindaco di Millesimo Pietro Pizzorno

“Il 2019 che vorrei…” – Intervista al sindaco di Millesimo Pietro Pizzorno


di SELENA BORGNA - 29 Dicembre 2018, 13:23

La fine di un anno porta con sé i bilanci delle esperienze che si sono fatte ed è così anche per gli amministratori pubblici che riassumono le opere già realizzate e quelle ancore da realizzare. I sindaci della provincia di Savona non fanno eccezione e per l’anno nuovo hanno alcuni desideri e progetti.

Oggi è il turno di Pietro Pizzorno, sindaco di Millesimo, eletto nella lista civica di centro-sinistra “Uniti per Millesimo” ed in carica dal 26/05/2014.

Situazione generale del comune dal punto di vista finanziario

Come tutti abbiamo problemi di entrate ed uscite in funzione delle necessità anche se rispettiamo il pareggio di bilancio ed abbiamo fatto interventi e mantenuto il decoro del paese

Cosa vorrebbe dal Governo centrale per il Suo comune?

Avere maggiore disponibilità di finanziamenti per fare cose importanti, anni fa avevamo a disposizione cifre importanti per fare molti più progetti mentre ora è difficile mantenere la funzionalità ed il decoro ma cosa conta è tenere alto il tenore di vita

Se si votasse oggi pensa che verrebbe rieletto?

Questa domanda bisognerebbe farla ai cittadini, io ho cercato di governare al meglio in questi quattro anni e mezzo di mandato

Tre promesse concrete per il 2019

Cosa c’era nel programma è stato fatto, a breve avremo gli uffici comunali a piano terra del palazzo comunale per eliminare le barriere architettoniche; non vado nello specifico ma abbiamo continuato gli interventi razionali facendo uno sforzo importante per la sicurezza aumentando le telecamere con postazioni convenute con le forze dell’ordine in sinergia con il comune per la sicurezza e per la differenziata abbiamo distribuito un volantino per conferire al meglio ogni rifiuto. Su questo tema abbiamo svolto un lavoro serio senza aumentare le tariffe e la riduzione della stessa avviene attraverso i risultati che occorre mantenere avendo come obiettivo un’ulteriore riduzione della tariffa

Un bilancio della Sua amministrazione

Abbiamo svolto interventi sulle necessità più importanti con l’attenzione a non aumentare le tasse, per i giovani e lo sport abbiamo creato la nuova società “Millesimo Calcio” ed abbiamo ottenuto risultati importanti anche per lo skate senza dimenticare la funzionalità dell’impianto delle bocce. Abbiamo avuto una particolare attenzione alla storia con interventi a salvaguardia dei monumenti mantenendo il buon nome de “I borghi più belli d’Italia” tanto da attirare qui molti stranieri. I negozi sono l’impulso della vita del paese e la festa del tartufo cresce sempre di più tanto che si è reso necessario aumentare i parcheggi che sono andati esauriti. Ringrazio in tal senso l’assessore Andrea Manconi che si dedica a tutto ciò senza dimenticare i dipendenti comunali e l’associazione dei tartufai. Abbiamo avuto una particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche aumentando la funzionalità degli uffici e recuperando parti del palazzo comunale, abbiamo creato un piano di sicurezza con le telecamere collaborando con la protezione civile che ha svolto un brillante lavoro durante l’alluvione del 2016 che ci ha danneggiato molte opere pubbliche riparate velocemente coivolgendo cifre importanti e mettendo il 10% del totale a nostro carico. Abbiamo ripristinato lo scorrimento del fiume e delle confluenze senza dimenticare il lavoro di Bagnasco che ha tolto 30000 metri cubi di acqua ed abbiamo anche valorizzato le aree naturalistiche. Una particlare attenzione è stata rivolta alle associazioni tenendo alti i servizi per gli anziani e per la Cava di San Rocco è stata effettuata la messa in sicurezza dell’area e l’azienda, invece che realizzare il ponte ciclopedonale, ha deciso di pagare l’estrazione e gli importi saranno accantonati per la prossima amministrazione. Abbiamo sistemanto Villa Scarzella ed il museo archeologico per l’ampliamento e siamo in attesa dei restauri presso la sovrintendenza e abbiamo effettuato uno studio per eliminare le barriere architettoniche al castello, sede di mostre, eventi musicali e matrimoni, e a Villa Scarzella

E’ soddisfatto del suo lavoro svolto fino ad ora come sindaco?

Non sono mai contento anche se ho messo il massimo impegno e c’è sempre qualcosa in più da fare

Si ricandida alle prossime elezioni amministrative?

E’troppo presto per decidere

Una frase che la rappresenta

Cosa fatto è legato al bene del paese per cercare la massima funzionalità nei servizi e valorizzare al massimo il nostro paese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *