domenica, Febbraio 23, 2020
Home > Attualità > “Il 2020 che vorrei…” Intervista al sindaco di Ceriale Luigi Romano

“Il 2020 che vorrei…” Intervista al sindaco di Ceriale Luigi Romano

La fine di un anno porta con sè i bilanci delle esperienze che si sono fatte ed è così anche per gli amministratori pubblici che riassumono le opere già realizzate e quelle ancore da realizzare. I sindaci della provincia di Savona non fanno eccezione e per l’anno nuovo hanno alcuni desideri e progetti.

Oggi è il turno di Luigi Romano, sindaco di Ceriale, eletto nella lista civica “Ceriale siAMO noi” ed in carica dal 10 giugno 2018.

 

Situazione generale del comune dal punto di vista finanziario

La situazione è buona e non abbiamo grandi problemi per la normale amministrazione

 

Cosa vorrebbe dal Governo centrale per il Suo comune?

Ci servirebbero finanziamenti importanti per risolvere la precarietà riguardante la situazione idrogeologica perchè le nostre casse non bastano senza dimenticare la protezione a monte per la quale voglio ricordare la frana della Valle Ibà

 

Se si votasse oggi pensa che verrebbe rieletto?

Ho una sensazione positiva e sono convinto di aver fatto un buon lavoro. Sono diversi i fattori che hanno inciso soprattutto il fatto che noi siamo una lista civica ed abbiamo svolto un ottimo lavoro

 

Tre promesse concrete per il 2020

Lo svolgimento di alcuni lavori programmati : il rifacimento della zona del campo sportivo e dei campi da tennis con il posizionamento di attrezzature dedicate ai giovani, la sistemazione del nuovo prato del campo sportivo ed il nuovo appalto per la raccolta dei rifiuti con la speranza che possa migliorare il servizio

 

Un bilancio della Sua amministrazione

Siamo in carica da un anno e mezzo e possiamo fare un bilancio parziale ma positivo poichè abbiamo realizzato cosa promesso con l’inizio di alcuni cantieri senza dimenticare le manutenzioni ordinarie e straordinarie. Riguardo alle scuole voglio dire che ha preso il via il progetto plastic free ed abbiamo lavorato per sistemare i problemi legati all’urbanistica

 

E’ soddisfatto del suo lavoro svolto fino ad ora come sindaco?

Sì anche perchè tra i membri della maggioranza c’è una buona collaborazione e se si vedono i risultati siamo tutti contenti. Mi sono candidato sindaco per lavorare serenamente per il mio paese senza interessi particolari o politici; la mia è una lista civica per concentrarmi sul territorio e spero di poter dire a fine mandato di aver cambiato il paese ed il modo di governarlo

 

Si ricandida allo scadere del mandato?

E’ troppo presto per dirlo e deciderò alla fine del mandato anche perchè dipende da cosa faremo nei prossimi anni. Ho voluto una squadra con gente giovane, alla prima esperienza politica, con sole due persone che avevano già svolto questo ruolo poichè voglio insegnare loro a fare politica

 

Una frase che la rappresenta

Semplicità e presenza sul territorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *