venerdì, Luglio 19, 2019
Home > Cultura e Musica > Il “bugiardo per eccellenza” al Festival di Borgio Verezzi

Il “bugiardo per eccellenza” al Festival di Borgio Verezzi

Una Prima Nazionale straordinaria al Festival Teatrale di Borgio Verezzi, da non perdere, per grandi e piccoli: domani e domenica arriva sul palcoscenico verezzino il “bugiardo per eccellenza”, Pinocchio, protagonista della favola collodiana qui rivisitata dal regista Ugo Chiti, che debutterà in Piazza S. Agostino (ore 21.30) con gli attori della compagnia Arca Azzurra Teatro.

Pinocchio è un mondo, un personaggio multiforme da cui scaturisce una storia insieme lineare e complicatissima, un racconto (straordinario) per bambini e una intricatissima rete di significati simbolici, un susseguirsi di incontri con personaggi fantastici che rimanda continuamente a un percorso di formazione pieno di insidie, di esperienze esemplari e a volte enigmatiche. Per Ugo Chiti e Arca Azzurra l’appuntamento con Pinocchio era ineludibile e anche se più volte rimandato, ripensato, messo in discussione, l’incontro con il burattino-bambino di Collodi stava lì ad aspettare, impaziente, forte della comune radice linguistica, del continuo richiamo a quel mondo fantastico legato alla cultura popolare toscana che attraversa il trentennale lavoro di Chiti con la sua compagnia. Ed eccolo il Pinocchio riletto dal drammaturgo toscano per Arca Azzurra: fedelissimo al testo originale, ma insieme “legittimato” a una reinvenzione della parola attenta a cogliere le suggestioni delle “doppiezze” del testo collodiano. Uno spettacolo popolare che non rinuncia ad affrontare le “trappole simboliche” di una delle storie più lette e raccontate di tutta la letteratura mondiale. Una visione adulta che cerca di ritrovare lo sguardo sorpreso e pieno di turbati incanti della lettura infantile. Chiti, per il ruolo di Pinocchio, ha scelto Paolo Cioni, giovane attore pisano che, dopo aver frequentato l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico” e aver fatto una parte nella fiction sul Mostro di Firenze, qualche stacchetto comico nel programma tv di Daniele Luttazzi “Decameron” e tanto teatro (tra cui “Dio”, di Woody Allen e “La cucina” di Wesker diretto da Armando Pugliese), è diventato, con Claudio Santamaria e Francesco Turbanti, uno dei tre coprotagonisti del film “I primi della lista”, dell’italo-inglese Roan Johnson. Sul palco anche Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Alice Bachi e Paolo Ciotti, impegnati nei molteplici ruoli previsti dalla nota fiaba collodiana (il gatto e la volpe, Mangiafuoco, la Fata, Geppetto, Lucignolo, Mastro Ciliegia, ecc..). Lo spettacolo sarà scandito dalle musiche di Jonathan Chiti e Vanni Cassori e impreziosito dai costumi di Giuliana Colzi e dalle luci di Marco Messeri. Proseguono, con successo, gli appuntamenti “Aperitivo con l’attore”: domenica, alle ore 18.30 presso il ristorante “La cantina dei 2 amici” di Verezzi, i protagonisti di Pinocchio presenteranno lo spettacolo e risponderanno alle curiosità del pubblico, che potrà gustare un aperitivo-teatro al prezzo convenzionato di 8 euro (senza obbligo di consumazione) in attesa della replica dello spettacolo alle ore 21.30.

Per informazioni e prenotazioni:
tel. 019/610167 – biglietteria@comuneborgioverezzi.it – www.festivalverezzi.it
Aperto tutti i giorni (domenica compresa) fino all’11 agosto dalle ore 10,30 alle 13 e dalle 16,30 alle 18,30. Le sere di spettacolo il botteghino è aperto in piazza Gramsci a Verezzi dalle 20,30.
Biglietti: Interi € 25 – Ridotti € 22 – Ridottissimo ragazzi fino a 11 anni € 15.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *