venerdì, agosto 17, 2018
Home > Cultura > Il mito di Didone avvolge il Voxonus Festival

Il mito di Didone avvolge il Voxonus Festival


di Redazione - 2 agosto 2018, 7:48

Il penultimo appuntamento con il Voxonus Festival 2018, domani ore 21,15 nella Galleria delle Stagioni di Villa Faraggiana, si prospetta quanto mai stimolante. Nel programma della rassegna che, giunta alla sua settima edizione, ha ormai conquistato un pubblico fedele, insieme a sempre nuovi appassionati, non mancano mai le sorprese. Questa serata sarà dunque speciale perché, a completare un momento musicale di preziosa ricerca ed originalità, si terrà la Cena Barocca, ormai parte della tradizione del Voxonus Festival Albisola Marina.
Il Mito di Didone, straordinario personaggio anche letterario, ispira il concerto del Voxonus Ensemble e della cantante Valeria La Grotta, che verte su arie tratte da opere dedicate alla leggendaria regina fenicia, fondatrice di Cartagine, grandioso, tragico personaggio immortalato nell’Eneide da Virgilio e, in seguito, da altri importanti scrittori e compositori. Curiosa e storicamente interessante è la scelta di proporre lavori di musicisti pugliesi del ‘700, a testimonianza della ricchezza di artisti che in quel periodo popolava la splendida regione italiana. Tali personaggi di grande livello occuparono, all’epoca, posti di prestigio nelle maggiori corti europee.
A far da contraltare alle pagine italiane, saranno brani strumentali d’intermezzo presi a prestito dalla più importante opera di Henry Purcell, “Didone ed Enea”.
Prassi esecutiva storicamente informata e strumenti originali doneranno una suggestiva rispondenza al suono barocco dell’epoca.
Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con il Circolo Amici della lirica Renata Scotto e con il Teatro dell’Opera Giocosa.
Dopo il concerto, che ancora una volta si svolge nella bellissima Galleria delle Stagioni, con le sue decorazioni, pitture e sculture barocche, i tavoli circolari imbanditi per le grandi occasioni, popoleranno il parco della villa, creando una magica atmosfera di accoglienza e alta qualità. Luci soffuse, alberi secolari, silenzio rarefatto rappresentano la base per la presentazione della cucina raffinata e di alto livello dello chef del ristorante la Torre di Brondello, partner del Voxonus Festival valle Bronda, costola piemontese dell’iniziativa.
Nel corso della “cena barocca” saranno proposte antiche ricette piemontesi, a suggello dello spirito transregionale del Festival e di una feconda collaborazione tra Liguria e Piemonte. Anche i vini verranno scelti fra le premiate etichette della produzione delle colline saluzzesi.
La Cena Barocca, alla sua quinta edizione, è riservata agli spettatori del concerto e viene proposta al prezzo di 35€ (30€ per gli associati all’Orchestra Sinfonica di Savona).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *