domenica, novembre 19, 2017
Home > Attualità > Il polo museale statale della Liguria in primo piano

Il polo museale statale della Liguria in primo piano



di Giorgio Siri - 13 novembre 2017, 21:33

Ilaria Cavo, Assessore regionale alla Cultura manifesta un vivo apprezzamento, dopo aver preso visione dei dati odierni sul numero di visitatori che, nell’anno in corso, si sono registrati nei musei statali della Liguria. Così si esprime l’assessore Cavo: “Complimenti al polo museale statale della Liguria e al suo direttore Serena Bertolucci per i risultati raggiunti, i musei statali liguri, con capofila Palazzo Reale, si confermano primi in Italia con un incremento di visitatori record: un più 91,4% rispetto al 2013 sul territorio regionale che corrispondono a un + 239,4% di introiti a conferma di una vitalità culturale del nostro territorio e di come gli investimenti a rete, ovvero in un sistema territoriale culturale, siano ripagati e di successo”.
“Serena Bertolucci – continua l’Assessore Cavo – ha saputo aumentare i servizi e le offerte al pubblico, creando un sistema di comunicazioni e di indicazioni integrato. Regione Liguria ha scommesso sul polo museale investendo sull’animazione di alcuni siti sul territorio con spettacoli sostenuti, tramite il progetto ‘STAR’ di Sergio Maifredi a Luni e alla Villa romana del Varignano, alla Villa romana di Ameglia, alla necropoli romana di Cafaggio e ad Albisola Superiore. E’ solo un esempio di come fare sinergia e animare con la cultura i poli museali sia una scommessa vincente”. “Questi dati di incremento – presegue l’Assessore – potranno ulteriormente crescere, in futuro, con la nuova offerta della Casa dei cantautori liguri all’Abbazia di San Giuliano, ideata da Regione Liguria e finanziata dal Ministero dei Beni Culturali per il piano di interventi 2019: un progetto che Serena Bertolucci ha sostenuto fin dal primo momento e che dimostra come una collaborazione fattiva tra diverse istituzioni possa portare a un ampliamento dell’offerta e delle occasioni da proporre ai turisti. Forti dei dati di oggi sarà quella la scommessa da portare avanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *