lunedì, settembre 24, 2018
Home > Attualità > Il presidente Claudio Strinati all`assemblea TPL

Il presidente Claudio Strinati all`assemblea TPL


di - 9 marzo 2018, 8:35

Molte bandiere a sigla Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Faisa presenti mercoledì sera,  insieme alle Rsu dell` Azienda di trasporti Savonese TPL ,  all`assemblea popolare aperta a tutta la cittadinanza, intitolata “Trasporto locale:  Verso dove ? ” presso Palazzo Nervi, sede della Provincia di Savona, indetta per addivenire ad una valutazione omogenea circa l ‘ odierno e futuro scenario del trasporto locale da parte delle quattro forze sindacali. Di fronte ad una sala gremita, soprattutto dagli addetti ai lavori,  in divisa blu,  il segretario regionale Fisal  Cisal Mauro Nolaschi ha aperto l’ assemblea ribadendo  il ruolo sociale del trasporto pubblico ,  ripercorrendo le tappe essenziali della vita dell`azienda e le tante lotte sindacali fatte nel tempo,  auspicando e scongiurando ( a soli venti giorni dalla scadenza del termine per una eventuale proroga )  l’ avvento della privatizzazione del trasporto locale. Assordante il silenzio delle istituzioni;  assente infatti il sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio e il presidente della Provincia Monica Giuliano. Presente invece,  seduto tra i lavoratori, il presidente della Tpl  avv. Claudio Strinati  che con attenzione   ha assistito ai lavori dell`assemblea. Durante la serata ha preso la parola il consigliere del M5S Andrea Melis,  che ha lamentato un iniziale rimpallo tra la regione e gli enti locali,  causa  del ritardo della presa visione, per parte loro,  della complessa questione trasporto . La segretaria generale Cgil Giulia Stella ha  con forza  ribadito,  nella   annosa vicenda TPL , una responsabilità politica paventandone la paternità decisionale e deplorando  l’ assenza  della Provincia.  Proposta invece dal consigliere comunale a Savona per “Rete a sinistra” ,  la presentazione di una mozione urgente per chiedere una proroga e una presenza massiccia al prossimo consiglio comunale . In ultimo,  rincuoranti  gli interventi dei lavoratori Simonetta Giusto e Bartolomeo Marella che nel riconoscere  di vivere in TPL buone condizioni di lavoro,  migliori rispetto ad altre realtà,  esortano ad avere  unità e determinazione   per il mantenimento dei loro diritti.
Ester Costa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *