giovedì, Marzo 21, 2019
Home > Cultura > Il salone del libro sportivo

Il salone del libro sportivo


di Felicino Vaniglia - 9 Marzo 2019, 7:51

L’ interessante notizia circolava nell’ aria già da tempo e ora che ci sono anche le date è diventata ufficiale: il Salone del Libro Sportivo si terrà dunque a Vercelli dal 5 al 7 aprile 2019. Chi voleva gustarsi un’anteprima è stato invitato venerdì 7 dicembre 2018 al Civico per la presentazione della biografia di Loris Capirossi scritta insieme a Simone Sarasso. Il campione del mondo di motociclismo sul palco ha risposto alle numerose domande che gli sono state porte e ha firmato le copie. Capirex, questo è il soprannome del centauro emiliano vincitore del campionato del mondo della classe 125 nel 1990 e nel 1991 e della classe 250 nel 1998 ha presentato La mia vita senza paura, la biografia vincitrice del Premio Bancarella Sport 2018, che è stata scritta con l’autore vercellese Simone Sarasso. La conversazione tra i due è stata presentata da Irene Saderini, giornalista di Mediaset esperta di motori. Nato il 4 aprile 1973 a Castel San Pietro Terme (provincia di Bologna), Loris Capirossi nella sua carriera ha disputato 328 gran premi, vincendone 29. È salito sul podio per 99 volte e in 41 occasioni ha conquistato la pole position. Nel 2011 ha abbandonato la carriera agonistica, diventando prima telecronista-opinionista per Sky Sport e, in seguito, dal 2017, membro della Direzione Gara del MotoGp in qualità di rappresentante della Dorna.L’idea di inaugurare proprio nel capoluogo piemontese l’evento è nata in modo concreto all’annuncio che la città è stata nominata da parte del Coni, Città Europea delle Sport per l’anno 2019, un riconoscimento dovuto, vista l’enorme importanza di Vercelli nella storia sportiva nazionale, ma anche un invito a creare qualcosa di nuovo e di unico. La città si trova sulla direttiva che unisce i due attuali Saloni del Libro, ovvero luoghi in cui la tradizione di manifestazioni di questo tipo ha una forte presa che può facilitare la comunicazione. Non a caso, al progetto ha dato immediato sostengo la Fondazione Circolo dei Lettori di Torino, sempre attento alla validità dei progetti. Intorno al libro sportivo orbiterà un mondo fatto di cinema, mostre, tavole rotonde a tema e quant’altro si possa collegare alla cultura dello sport, dalle origini ai giorni nostri. La base resta l’incontro con campioni (e autori) protagonisti di biografie o libri che, comunque, narrino lo sport. Emblematico l’incontro con Capirossi: un campione, il suo biografo e un moderatore a raccontare grandi storie. Insomma, un grande gioco unico nel suo genere. «Ci preme, inoltre, sottolineare che Vercelli mette in campo le sue tradizioni e l’amore per lo sport che da sempre riempie il cuore della città, garantendo la possibilità di organizzare l’evento in grande armonia, con il giusto clima, collaborando con numerose e attivissime realtà che operano in ambito sportivo e culturale in Piemonte, ma non solo. Un modo di trovare un terreno comune sotto la bandiera dello sport, nella sua accezione più vera: ovvero un modo per imparare i valori universali della conoscenze e della convivenza», sottolineano gli organizzatori. Si tratterà di tre giorni di convegni, stand, presentazioni e ospiti del mondo sportivo di cui non è ancora possibile conoscere i dettagli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *