sabato, Maggio 25, 2019
Home > Sport > Calcio > Il Savona riparte da zero: sconfitta esterna contro la Rignanese

Il Savona riparte da zero: sconfitta esterna contro la Rignanese

Calciomercato e buoni propositi a parte, il Savona inaugura l’anno nuovo con una sconfitta esterna che pesa come un macigno sull’economia del campionato. Finisce 2-1 lo scontro diretto in zona salvezza al “Comunale” di Rignano sull’Arno. Un risultato che inchioda gli Striscioni a quota 20 punti, in piena zona play out e a due passi dal Finale, sotto di due punti. Poi, il vuoto.
Nella prima giornata di ritorno, gli Striscioni scendono in campo con determinazione manifestando grinta e superiorità, ma la dea bendata non sorride alla squadra della Torretta nemmeno sotto il cielo grigio di gennaio e con il passare dei minuti l’approccio alla gara si guasta. Complice l’infortunio di Fofana nei primi minuti che costringe mister Chezzi al cambio. Al suo posto entra Magni. Massimo impegno di Tognoni sul fronte del Savona che, malgrado le difficoltà a centrocampo, crea occasioni. Dall’altra parte Bellussi fatica a contenere Bennati. Ci prova anche Ferrando sugli sviluppi di un corner, ma Burzagli ci mette i guantoni e il primo tempo termina a reti inviolate.

Dopo un primo tempo equilibrato seppur tiepido, sono i toscani a passare in vantaggio con un penalty trasformato da Bennati al 53′ della ripresa, poco dopo la provvidenziale risposta di Gomes al 66′ che porta il risultato sull’1-1 provvisorio. All’84’ il Savona ha in mano la chiave della vittoria, ma Gomes sbaglia il rigore del possibile vantaggio. Oltre al danno la beffa. Gol sbagliato, gol subito: all’88’ Privitera punisce i biancoblu e ipoteca la vittoria. Inutile la reazione del Savona perché sono ancora i toscani a sfiorare il tris con Bennati nei minuti di recupero.
Il triplice fischio chiude una partita in discesa in cui il Savona ha manifestato superiorità a sprazzi. Niente sciacquatura dei panni in Arno, quindi, non questa volta. La cura Chezzi ha illuso per qualche giornata facendo risollevare la testa a una squadra in pieno marasma, poi di nuovo il buio

Domenica 14 gennaio arriverà al “Bacigalupo” l’Argentina, fanalino di coda del Girone E di Serie D.

Foto d’archivio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *