lunedì, settembre 24, 2018
Home > Rubriche > Lettere alla redazione > In caso di tragedie è giusto bloccare tutti gli eventi per i quali i turisti raggiungono i lidi? L’opinione di un nostro lettore

In caso di tragedie è giusto bloccare tutti gli eventi per i quali i turisti raggiungono i lidi? L’opinione di un nostro lettore


di Redazione - 17 agosto 2018, 11:02

Buonasera a tutta la redazione , sono un turista quasi naturalizzato essendo originario di Milano ma con questo sono 10 anni che trascorro le mia vacanze ad Albissola Marina.

Purtroppo la mia permanenza quest’anno è coincisa con un’ immane tragedia che è costata la vita a tutt’oggi a 38 persone e che si preannuncia ancora peggio per tutte quelle persone che dovranno lasciare i propri alloggi situati nelle immediate vicinanze dei piloni di quello che rimane del ponte Morandi , strascichi altrettanto drammatici che lasceranno danni irreparabili nella mente di persone anziane e non che dovranno ricominciare ancora una volta ad organizzare la propria quotidianità , forti dall’essere scampati fortunatamente  per un disegno del fato ad una ben più  avversa sorte

La regione Liguria la vigilia di Ferragosto proclama due giorni di lutto , provvedimento legittimo visto la tragica portata dell’evento , Ferragosto incombe e i lidi di Albissola che ormai da giorni ci informavano in merito ad eventi e manifestazioni di ogni sorta di svago sono costretti a schierarsi , da una parte la necessità di condividere il cordoglio con le famiglie colpite in maniera tragica nei loro affetti annullando gli impegni presi nei confronti della propria clientela , dall’altra lidi tanto per non fare nomi come il XXX di Albissola Marina dove da un decennio trascorro puntualmente le mie vacanze che procede senza incertezze  con l’evento programmato senza soppesare in maniera dovuta quanto accaduto qualche ora prima,  l’importante a pare loro è procedere pur di non fare mancare alla moltitudine dei propri clienti composta per una buona parte da ragazzini l’evento musicale programmato,  dove sembrerebbe che la voglia di ballare e divertirsi avrebbe potuto fare dimenticare il dramma di poche ore addietro.

Sono  fortemente rammaricato che un imprenditore ligure che più di ogni altro avrebbe dovuto sentirsi emotivamente coinvolto in una tragedia avvenuta a pochi chilometri di distanza,  forse rimandarlo avrebbe fatto capire alla propria clientela che qualche volta nella vita bisogna fare un passo indietro e privilegiare valori ben più importanti del proprio divertimento in un Ferragosto 2018 che verrà da tutti ricordato per la scomparsa prematura ed imprevista di tante persone e non certo per il DJ set organizzato al XXX .
Spero che il management di questo locale rifletta sulla propria decisione e sull’occasione persa per mandare un segnale alle nuove generazioni di rispetto per le tragedie tutte ma ancora di più per quelle che si manifestano in casa propria.
Questa vuole solo essere un riflessione e niente più di una persona che ha provato un forte disagio nelle ore immediate a seguito di una tragedia che ha colpito noi tutti e che sarà destinata a lasciare un seguito nei nostri cuori  nonostante il comportamento discutibile per non usare altri aggettivi di chi ha perso un’occasione importante per mandare un segnale rilevante che esuli dalle proprie logiche abbiette votate solo ad esaudire un beneficio economico tralasciando ben altri benefici che rendono fortunatamente le persone diverse tra loro ed io mi sento fiero di non essere annoverato tra quelli che vogliono sempre e comunque che a prescindere lo spettacolo vada avanti.
Ora ritorno alla mia quotidianità vacanziera con la certezza di avere cercato di fare riflettere i lettori del vostro giornale nella speranza che i valori di solidarietà tra esseri umani debbano sempre e comunque prevalere su tutti e tutto quello che vuole farci credere il contrario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *