sabato, settembre 22, 2018
Home > Attualità > Intervista al sindaco di Ceriale Luigi Romano

Intervista al sindaco di Ceriale Luigi Romano


di SELENA BORGNA - 11 luglio 2018, 17:52

Il 10 giugno 2018 diversi comuni si sono recati alle urne per eleggere il nuovo consiglio comunale e tra questi vi era Ceriale, paese di circa 5500 abitanti in provincia di Savona.

I candidati sindaco erano tre ed è stato eletto come primo cittadino Luigi Romano, già vicesindaco dal 1999 al 2004.

 

Un Suo breve curriculum

Mi sono candidato come indipendente e questa per me non è la prima esperienza politica : dal 1995 al 1999 sono stato in opposizione durante l’amministrazione Cerruti, dal 1999 al 2004 ho ricoperto l’incarico di vicesindaco durante la prima amministrazione Revetria e dal 2004 al 2007 sono stato in maggioranza nella seconda amministrazione Revetria lasciando nel 2007 il consiglio che è decaduto in seguito alla mia uscita e a quella di altri consiglieri. Sono stato a riposo per qualche anno e un anno fa circa mi è stato chiesto di candidarmi

 

Cosa significa per Lei diventare Sindaco?

Per me diventare Sindaco di Ceriale è un onore perchè sono nato e cresciuto qui e mi sono assentato solamente per un periodo di studio. Le mie origini sono qui, ho molti amici qui e per me vincere è un onore perchè significa che è stato riconosciuto il mio modo di vivere

 

A Ceriale erano tre i candidati sindaco. Cosa pensa sia successo affinchè gli elettori hanno scelto Lei preferendo, in un certo senso, il cambiamento invece che la continuità?

Penso che gli elettori hanno scelto me per la semplicità e perchè non sono stato sponsorizzato da nessun partito. Ho fatto una campagna elettorale da indipendente e gli elettori mi hanno premiato perchè hanno capito che occorreva cambiare i vecchi collegamenti visto che chi è venuto prima di me era legato ai partiti

 

Le Sue priorità da Sindaco

Ho trovato una situazione difficile ed una macchina comunale malmessa e sto lavorando per creare un collegamento tra gli uffici perchè credo che se il comune funziona male sia difficile realizzare altre iniziative. Sto anche lavorando per iniziare a cambiare il volto del paese per ciò che riguarda la sicurezza, la pulizia e la vivibilità

 

Cosa intende fare nei Suoi primi 100 giorni da Sindaco?

Stiamo già lavorando perchè al nostro insediamento, avvenuto in concomitanza con l’inizio della stagione estiva, abbiamo trovato una brutta situazione per ciò che riguarda le spiaggie che abbiamo riattrezzato compiendo operazioni di pulizia e mettendo le docce. Stiamo anche lavorando sulla pulizia del centro storico e delle periferie e stiamo compiendo anche lavori di decespugliamento

 

Tre promesse concrete ai Suoi elettori

Il nostro programma elettorale è chiaro e indica che gestiremo il paese come fosse nostro. Non abbiamo promesso grosse opere ma un maggiore impegno per le cose semplici come, ad esempio, le manutenzioni, la sicurezza, la pulizia e l’aumento della videosorveglianza

 

A chi vuole dedicare la vittoria?

Dedico la vittoria a coloro che hanno spinto affinchè mi candidassi e alla mia famiglia che non mi ha ostacolato nel mio percorso da candidato

Una frase che la rappresenta

Sono una persona semplice e sono conosciuto dai miei cittadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *