Chi, al Ferraris Pancaldo, sceglie l’indirizzo trasporti e logistica, ha coscienza che la futura vita lavorativa è legata in qualche modo al mare e a tutto ciò che al mare è legato. La preparazione degli allievi deve pertanto  essere indirizzata anche all’ambito psicofisico.

Per questo motivo, a partire da quest’anno, gli studenti del terzo anno di indirizzo nautico, svolgeranno le due ore settimanali di scienze motorie, il martedì pomeriggio, particolarmente in mare; sarà possibile grazie all’accordo che l’Istituto tecnico savonese ha siglato il mese scorso con la Lega Navale di Savona.

L’associazione, presente a Savona da 110 anni, conta 730 soci, è tra le prime dieci in Italia e tra le più antiche del territorio. Il suo scopo è di promuovere il legame col mare e di avvicinare ad esso la gente; dai bambini, ai disabili, agli alunni delle scuole. La convenzione prevede che i ragazzi, divisi in gruppi, e a turno, svolgano serie di attività fuori e dentro l’acqua, seguiti dai docenti del dipartimento di scienze motorie, coordinati da Mario Valdora, promotore dell’accordo.

Gli studenti apprenderanno così la vela, studieranno le definizioni delle principali strutture della barca e la relativa armatura di governo dell’imbarcazione; usciranno con una pilotina, il “Grillo”, conosceranno i principali modi di realizzare i nodi marinareschi e i nodi specifici per la pesca; continueranno a frequentare, così come fanno da tre anni a questa parte, la piscina “Amatori” Legino, dove svolgeranno le attività natatorie suddivise tra tecnica, tuffo di salvataggio, tecnica di nuoto in apnea, tecnica di recupero persona, frequenteranno anche la palestra per l’arrampicata “Urban Climb” per imparare le tecniche basilari di arrampicata tecnica, di manovre di sicurezza con corda e imbrago.

“La nostra esperienza con il Ferraris Pancaldo – ha affermato il presidente Forzano – è molto positiva soprattutto per il grande interesse che i ragazzi hanno manifestato per l’attività sportiva fatta a mare e l’abnegazione encomiabile dei docenti che li seguono e abbiamo trovato i ragazzi molto interessati e preparati”.

“Come istituto siamo onorati di lavorare con la lega navale – si è a sua volta espresso il dirigente Alessandro Gozzi – che è una delle più grandi associazioni di Savona e abbiamo scelto di costruire con loro un pezzo di curricolo dei nostri ragazzi. Siamo contenti perché l’entusiasmo dei nostri docenti trova un pari riscontro nei soci della Lega che svolgono questo lavoro con professionalità e in forma volontaria e gratuita”.