domenica, Settembre 22, 2019
Home > Rubriche > Lettere alla redazione > La ballata del Cavaliere

La ballata del Cavaliere

Allor che cadde in basso / dall’alto dei sui tacchi / a furia di mentire / si prese un gran salasso;
di Silvio noi cantiamo / le gesta strabilianti / il clone del buon Dio / che in terra si è immolato / da Priemer a indagato;
speriamo or cambi il vento / e nasca un’alba nuova / l’Italia dell’amore / di gioia e ardimento;
non più cene eleganti / con escort e olgiatine / finito è il movimento / di ‘passere’ in fermento;
Dudù ha perso il pelo / ad Arcore è nero il cielo / di Silvio il cavaliere / rimane il gran mistero;
addio poltrone e letti / per gli amici eletti / chi può salvi il culetto / ch’è giunto il gran momento / di fare il cambiamento;
vent’anni son passati / domani è un altro giorno / preghiamo tutti quanti / che non ci sia il ritorno;
addio Cavaliere / addio senza rimpianti / la sorte ti sia amica / così come la f…a.

(musica di Sebastian B, testo di John G.)

Gianni Gigliotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *