AttualitàCultura e Musica

La “Dragon” di Elon Musk nei cieli della Liguria

Dall’osservatorio di Perinaldo, luogo di nascita di Giovanni Domenico Cassini (1625-1712), atmosfera euforica, ieri sera, sabato 30 maggio, per l’attesa del passaggio della navicella Dragon V2 di SpaceX. Un giorno che entrerà nella storia? Può darsi: intanto perchè la navigazione spaziale debutta nel “privato” ed infatti il vulcanico imprenditore di origini sudafricane, Elon Musk, con la missione della “Dragon”, continua nel suo programma spaziale
!
Alle 21.22 (ora italiana) di ieri, la navicella, con a bordo due astronauti, è stata lanciata da Cape Canaveral verso la Stazione Spaziale Internazionale.

Si tratta comunque del primo lancio di astronauti dal suolo americano dall’8 luglio 2011, giorno dell’ultima missione dello Space Shuttle, che ha segnato la conclusione di un programma trentennale di missioni spaziali. Da quella data gli stati Uniti non hanno più avuto disposizione di mezzi per tornare in orbita o per approdare sulla ISS (Stazione Spaziale Internazionale).
Grazie a SpaceX ed al miliardario Elon Musk, che l’ha creata, Amministratore Delegato pure di Tesla – che produce ed ha allo studio autoveicoli elettrici d’avanguardia – due astronauti NASA, Douglas Hurley e Robert Behnken, sono ripartiti per lo spazio dal suolo statunitense.

Tra i lati futuristici: le nuove tute spaziali – Starman suit – disegnate da Jose Fernandez, designer di Hollywood che ha lavorato ai costumi di Batman vs Superman, I Fantastici 4, The Avengers, X-Men II; un nuovo veicolo per il trasporto degli astronauti, una Tesla con i diversi loghi delle due agenzie spaziali che ha sostituito lo storico bus “NASA”; il razzo riutilizzabile: infatti il primo stadio del Falcon 9 tornerà autonomamente a Terra con diminuzione di consumi e di costi e potrà essere riutilizzato nelle missioni future.

La navicella si è vista per circa un minuto, prima che finisse nel cono d’ombra della Terra, dalle 21.42. Tutta l’Italia ha potuto assistere al breve ma storico passaggio, da Nord Ovest verso Nord Est; un puntino luminosissimo e rapidissimo, tra le costellazioni dei Gemelli e dell’Auriga, è stato atteso con curiosità ed entusiasmo; anche nei cieli della Liguria si è potuto ammirare il passaggio della Dragon.

Il Team di Orbita dell’osservatorio comunale di Perinaldo, con la collaborazione di Riviera 24, è riuscito a realizzare un’esperienza astronomica eccezionale.
Dalle 21.00 di ieri ha iniziato una diretta sulle pagine Facebook di Riviera 24 e Osservatorio Astronomico Perinaldo per osservare direttamente al telescopio della cupola la Luna insieme ai suoi crateri e mari; subito dopo ha trasmesso, in diretta da Cape Canaveral (Florida) le immagini del “countdown” e del lancio della Dragon v2. Tutto in una seguitissima trasmissione, con commenti e domande del pubblico, condotta da Lorenzo Sicignano e Giancarlo Vignale di Orbita, con la partecipazione di Fabrizio Capaccioni, direttore dell’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziale di Roma. Il paese di Cassini ha fatto, degnamente, la parte che gli spetta!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: