giovedì, Marzo 21, 2019
Home > Attualità > La Lega di Finale Ligure incontra i cittadini per discutere sulla sicurezza

La Lega di Finale Ligure incontra i cittadini per discutere sulla sicurezza


di SELENA BORGNA - 12 Marzo 2019, 18:09

Si è tenuto, a Finale Ligure, alla presenza del candidato sindaco Gualberti, di alcuni esperti del settore, dell’Onorevole Sara Foscolo, del Senatore Francesco Bruzzone e di numerosi cittadini, un incontro organizzato dalla Lega per discutere sulla nuova legge riguardante la sicurezza.

“Ringrazio tutti i presenti”, ha dichiarato Roberto Paolino, segretario della Lega di Finale, “in particolare l’Onorevole Foscolo, il Senatore Bruzzone ed i nostri esperti. Il comune deve fornire alcuni importanti servizi come la sicurezza, la pulizia ed il decoro urbano e la Lega si è dimostrata molto attenta a queste tematiche. Il pacchetto sicurezza comprende alcune importanti norme che dimostrano che Salvini mantiene le promesse fatte in campagna elettorale”.

Parole simili da parte dell’avvocato Cristina Franco :”La nuova legge sulla sicurezza prevede circa 40 articoli divisi in tre aree e vi è un reato nuovo, l’accattonaggio molesto, ed una stretta sui posteggiatori abusivi senza dimenticare un elenco di paesi sicuri e coloro che provengono da quei paesi e presentano domanda di protezione questa viene respinta. Dopo alcune discussioni si è stabilito che le norme sono irretroattive e la Commissione Europea ha stabilito che le norme sono in regola”.

“Occorre cercare di far conoscere e capire le norme”, sottolinea l’avvocato Alessandro Abbinate del foro di Alessandria, “senza dimenticare di essere obiettivi perchè queste leggi non sono razziste. La sinistra dice che i nostri sindaci saranno degli sceriffi ma se negli Stati Uniti avere un arma è un diritto e non averla è un eccezione in Italia è il contrario e perdere l’autorizzazione per possederla è molto facile. Per cambiare la legge sull’immigrazione bastano poche norme mirate e voglio dire che il diritto d’asilo resta così come la protezione umanitaria ma il decreto indica quanta protezione dev’esserci. Nei centri devono esserci solo coloro che hanno davvero diritto alla protezione mentre ora vi è anche chi non ha diritto a nulla perchè il rimpatrio è costoso e difficile ed occorre un accordo tra l’Italia e lo stato di provenienza. L’Europa ci ha lasciati da soli con un problema di sicurezza e vi è la necessità di regolamentare i flussi migratori con un servizio integrato per migliorare l’accoglienza di coloro che ne hanno davvero diritto. La protezione internazionale non è un diritto assoluto e può essere revocata con la condanna definitiva per reati gravi e per coloro che diventano cittadini italiani, in caso di condanna definitiva per terrorismo, vi è la revoca della cittadinanza. Salvini fa cosa promesso in campagna elettorale e l’approvazione di queste leggi è un vero successo”.

“Vi è la necessità di avere politici che vogliono la sicurezza, afferma Fabrizio Ricca, consigliere comunale Lega Torino, “e se si vince a Finale anche qui sarà applicato il decreto sicurezza. Governando con il Movimento Cinque Stelle la Lega ha ottenuto molto di più di quando governava con il centrodestra e molto è stato fatto per i piccoli comuni. Vi è stato un aumento del personale di polizia locale con un fondo di 100 milioni e ciò dimostra la volontà di investire in sicurezza. Con la chiusura degli sprar le persone che scappano dalla guerra saranno tutelate anche se le cooperative lasceranno gli immigrati per strada non avendo più guadagno”.

“Ringrazio tutti i presenti e voglio porgere i miei auguri al candidato sindaco Gualberti”, evidenzia l’Onorevole Sara Foscolo, “ricordando che il decreto sicurezza vedrà l’uso del braccialetto elettronico per gli stalker e gli autori di maltrattamenti in famiglia. La vecchia norma sulla legittima difesa vedeva i malviventi avere più diritti del derubato ma ora è stata approvata alla Camera la nuova norma che prevede il diritto alla difesa con un processo rapido a carico di colui che si difende e le spese saranno a carico dello Stato. Vi sarà anche un inasprimento delle pene per furto e rapina se aggravate dalla violenza e questa è una legge di buonsenso del Governo voluta dalla Lega ed i parlamentari del Pd hanno detto che ci sarà il far west ma non sarà così perchè la legge sulle armi non sarà modificata”.

“Ringrazio tutti gli intervenuti e voglio dire che questa legge sulla sicurezza è un esempio del nuovo modo di fare politica perchè la Lega fa cosa aveva promesso in campagna elettorale e Salvini è andato contro tutti dimostrando che l’immigrazione ed il business che ne deriva si possono fermare. L’impostazione del Governo è molto importante perchè dimostra che la sicurezza è un tema fondamentale per la Lega e recentemente si è saputo che il Governo Renzi, in cambio di una deroga al bilancio per assegnare i famosi 80 euro, dovesse farsi carico degli immigrati che arrivavano sulle nostre coste. Le elezioni comunali hanno un grande significato politico e per Finale e Pietra Ligure è molto importante l’omogeneità politica comune-regione-Governo. Il 26 maggio ci sarà un ragionamento politico importante ed i problemi con le norme comunitarie per gli imprenditori e i pescatori sono sempre in aumento. Attualmente vi è una direttiva che non vogliamo che passi e si occupa dei residui da potatura prodotti dai comuni che dovrebbero diventare rifiuti speciali con un aumento del costo di smaltimento. Il voto per le elezioni europee serve per cambiare l’Unione Europea e la Lega potrebbe essere il primo partito facendo anche alleanze con altri paesi per cambiare l’Unione con la volontà di dare un segnale per mandare a casa i nostri avversari”, conclude il Senatore Francesco Bruzzone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *