giovedì, Aprile 18, 2019
Home > Attualità > La Liguria non brilla nelle esportazioni di alta tecnologia…

La Liguria non brilla nelle esportazioni di alta tecnologia…


di Giorgio Siri - 7 Ottobre 2017, 14:26

Pre che l’export ligure, negli scmabi di alta tecnologia, non sia all’avanguardia: si attesterebbe infatti in diminuzione del 2,5% nel primo trimestre del 2017, per un valore di circa 71,8 milioni di euro, pari a meno dell’1% del totale italiano di 10 miliardi che è invece in crescita del 6% rispetto al gennaio-marzo 2016, secondo i dati elaborati dalla Camera di commercio di Milano. Per quanto riguarda le importazioni, sono in aumento, in Liguria, da 69,5 a 70 milioni di euro, con un incremento dello 0,8%.

Tra i prodotti hi-tech presi in esame si considerano i medicinali, gli strumenti e gli apparecchi di misurazione, gli apparecchi per le telecomunicazioni, i prodotti farmaceutici di base, i computer, gli strumenti ottici, gli aerei e pertanto una delle industrie di importanza nazionale ovvero la Piaggio. Milano, che espone il 15% del totale nazionale, Frosinone, Latina, Monza e Roma sono le prime province in Italia per export di prodotti hi-tech.

Non pare signficativo il contributo delle aziende liguri. Genova è al 34° posto nella graduatoria delle province esportatrici di prodotti ad alta tecnologia, raggiungendo vendite per 50 milioni di euro nel primo trimestre del 2017 (46,9 nel 2016): segue poi Savona con 17 milioni di euro (18,3 nel 2016); 2,7 milioni è il valore cui contribuisce La Spezia e 2,1 milioni quello della provincia di Imperia. L’import di hi-tech è concentrato su Genova (38,8 milioni) e Savona (24,5 milioni).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *