giovedì, Ottobre 17, 2019
Home > Attualità > La “Penna Nera” sta per invadere Savona

La “Penna Nera” sta per invadere Savona

Straordinaria tre giorni per il 22° raduno del Primo Raggruppamento Alpino

Alpini al mare, a Savona, per i tre giorni, da oggi 4 ottobre a domenica 6 ottobre, di  una Festa che sarà memorabile, con il 22° Raduno Alpino del Primo Raggruppamento, che vedrà sfilare, per le vie del capoluogo di Provincia, gli Alpini delle venticinque sezioni di Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta e Francia, che comprendono 80 mila iscritti. La “piccola” Adunata Alpina savonese si svolge infatti con l’organizzazione dei 51 Gruppi della Sezione di Savona impegnati ad allestire un programma di eventi che animeranno l’intero arco delle tre giornate. Gli organizzatori prevedono 20-25 mila partecipanti ma potrebbe essere una stima prudenziale.

Il Comune di Savona ha voluto attribuire un encomio solenne all’Associazione Nazionale Alpini mentre l’Amministrazione provinciale ha invitato i savonesi ad esporre il tricolore nelle tre giornate. Al Raduno sarà presente il labaro nazionale dell’Ana- Associaziona Nazionale Alpini – che, quest’anno, celebra il proprio centenario.  Prevista nel pomeriggio di sabato 5 la cerimonia di consegna del 46° Premio all’Alpino dell’Anno, riconoscimento istituito nel 1974 dall’allora presidente di Ana Savona, Franco Siccardi, e assegnato ogni anno sia ad un alpino in armi sia ad uno in congedo che si siano particolarmente distinti.

La tre giorni si apre oggi,  venerdì 4 ,con l’alzabandiera e l’inaugurazione della Cittadella della Protezione civile, con tanto di palestra di roccia e ponte tibetano, nell’area del Prolungamento a Mare. Nel pomeriggio, tra le 17,30 e le 19,30, una fanfara itinerante suonerà per le strade del centro. Sabato 5, dopo il pranzo ufficiale sulla nave Diadema di Costa Crociere, gli alpini si ritroveranno davanti al Crescent e alle 15,30, dopo gli onori al labaro dell’Associazione Nazionale Alpini, partirà una sfilata che attraverso via Giuria raggiungerà piazza del Duomo. Alle 16,00 sarà celebrata la messa ed alle 17,00 riprenderà la sfilata per raggiungere piazza Mameli; dopo la consegna del Premio all’Alpino dell’Anno, alle ore 18,00, verranno tributati gli onori ai Caduti accompagnati dai rintocchi della Campana della memoria.

Particolarmente suggestiva si prevede la serata del sabato, con fanfare itineranti per la città e negozi aperti per la “notte verde”, e con un concerto di corali alpine al teatro Chiabrera. A mezzanotte fanfare, cori, alpini e savonesi si ritroveranno innanzi al Monumento ai Caduti per intonare l’Inno di Mameli.

Domenica mattina la sfilata delle sezioni, con “ammassamento” dalle 8,00, nell’Oltreletimbro, tra piazza delle Nazioni, Santa Rita e corso Tardy e Benech. La partenza del corteo, preceduto dal labaro dell’Ana e dai gonfaloni è prevista alle 10, con un percorso che lungo corso Mazzini e via Gramsci sosterà alla Torretta, per proseguire per via Paleocapa sino a piazza Mameli.

Nei tre giorni sarà aperto presso la Sala della Sibilla sul Priamàr il catering della manifestazione, aperto a tutti. Verrà servito un menù tipico della tradizione ligure ogni giorno diverso. Il menù comprende: antipasto, primo, secondo, contorno, dolce, caffè, con mezzo litro d’acqua e un quarto di vino al prezzo di 20 euro. Orari: venerdì 4: 19-24; sabato 5: 12-15, 19-24; domenica 6: 12-16.

Ovviamente saranno presenti le autorità ed i rappresentanti dell’ ANA; dal Sindaco Ilaria Caprioglio, che già ha rivolto il proprio benvenuto, al Presidente sezionale Emilio Patrone; il Presidente nazionale ANA, Sebastiano Favero, non ha mancato il suo affettuoso saluto.

SEMPRE ALPIN!

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *