venerdì, dicembre 14, 2018
Home > Rubriche > Poesie > “La poesia della settimana”

“La poesia della settimana”

GIULLARE


di Redazione - 1 dicembre 2018, 10:00

GIULLARE
Ti ho davanti
Vecchio giullare di sempre,
buffone di corte,
burattinaio di strada,
Rappresenti la farsa
Tristemente muovendo le dita
Fantocci logori,
stracciati e stanchi.
Son stanca anch’io,
per te,
diafana,
ho danzato e danzato
fino a non sentire più
né fame
né sete
né valori di vita.
Ho cantato e cantato
Fino a confondere parole e silenzi
e voci del mondo.
Ho taciuto e gridato.
mille volte son morta
e mille son nata
al tuo semplice cenno.
Ora son stanca.
Tornerà
ignaro,
un burattino
a muoversi lento al tuo tirar dei fili.
Sarà uguale il teatro
ma diverso l’attore:
abbandono la scena

Lea Silvia Pennacino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *