mercoledì, Dicembre 11, 2019
Home > Cultura e Musica > ‘La Serva Padrona’ e ‘Il Maestro di Cappella’: spettacoli per le scuole a maggio

‘La Serva Padrona’ e ‘Il Maestro di Cappella’: spettacoli per le scuole a maggio

Tanti giovani alla Feltrinelli Point di Savona, il pomeriggio dello scorso giovedì, nella conferenza stampa indetta dall’Opera Giocosa. Il motivo? La presentazione dei due intermezzi buffi, ‘La Serva Padrona’ di Giovan Battista Pergolesi e ‘Il Maestro di Cappella’ di Domenico Cimarosa, in un unico spettacolo pensato per i ragazzi delle scuole e allestiti interamente dal nostro Teatro di Tradizione, in collaborazione con i Cattivi Maestri di Savona.

Si fa quindi di necessità virtù, e si cercano nuovi melomani fra il pubblico giovanile, sperando in un domani più proficuo: questo, in sintesi, il messaggio del direttore artistico nonché presidente della Giocosa, maestro Giovanni Di Stefano, e della collaboratrice Marta Taricco, alla vigilia di un’estate in cui mancherà la lirica al Priamàr, per i noti tagli alla cultura portati avanti dall’Amministrazione precedente e da quella attuale. ‘Andiamo avanti, perché crediamo in quel che facciamo. È un dovere verso le giovani generazioni!’, ha concluso Di Stefano.

Gli spettacoli sono programmati per il 3 e il 15 maggio (ore 10.15 e 11.45) alle Officine Solimano, per quanto concerne la città capoluogo, e il 22 maggio (alle ore 11) al Teatro Spazio Bruno, del liceo Bruno albenganese. Sul palco, Linda Campanella e Matteo Peirone, con l’Ensemble del Teatro della Giocosa, direttore Di Stefano. Regia di Jacopo Marchisio, realizzazione dei recitativi a cura di Francesca Zamponi.

Ma l’attenzione verso i giovani non si ferma solo a questo contesto. Già nella scorsa stagione lirica autunnale un progetto dell’Ente (‘OpenèOperaMia!’) era stato selezionato fra 140 (con altri 12) grazie a un bando della Compagnia di San Paolo (‘Open_progetti innovativi di Audience engagement’), che appunto puntava a coinvolgere i ragazzi delle scuole nella produzione e diffusione degli spettacoli, attraverso le nuove tecnologie.

Per l’ultima parte del progetto, la Giocosa ha legato le rappresentazioni di Pergolesi e Cimarosa a un concorso per le scuole, che invita a realizzare un artefatto visivo che catturi l’attenzione dei ragazzi: un video ‘teaser’ di presentazione dello spettacolo, quindi un prodotto che nasce senza svelare caratteristiche e nome dell’elemento promosso, aggirando la possibilità di un rifiuto a priori della lirica da parte giovanile. Tredici gruppi di giovani sono allora al lavoro con i loro insegnanti, e il risultato finale sarà diffuso prima degli spettacoli e via internet. Previsto, per il gruppo vincitore, un premio in buoni libro della Feltrinelli Point di Savona, che sarà consegnato direttamente da Renata Scotto nell’ambito dell’evento di venerdì 26 maggio, al teatro Chiabrera (in occasione del centenario della Fondazione Rotary). Nella foto, Linda Campanella al ‘Rigoletto’ della scorsa estate (foto di Luigi Cerati).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *