sabato, Dicembre 14, 2019
Home > Rubriche > Lettere alla redazione > Le agenzie matrimoniali spesso non garantiscono ciò che promettono…

Le agenzie matrimoniali spesso non garantiscono ciò che promettono…

Sono iscritto da ottobre 2011 presso agenzia matrimoniale est-Europa di Carcare. Ad oggi non ho incontrato nessuna ragazza. Spesso, troppe volte ormai, alcune ragazze che mi avevano selezionato con risposta positiva da parte mia, hanno prima o dopo chiuso la corrispondenza senza mai fornire spiegazioni, in alcuni casi senza nemmeno rispondere alla mia lettera di presentazione. A mio avviso questi sono atteggiamenti che denotano freddezza e superbia. Non direi che queste ragazze dell’ex-Unione Sovietica siano tutte semplici e modeste come si dichiara. Però, almeno negli ultimi casi, forse ho individuato come mai a me succede sempre così. Nel sito web dell’agenzia si parla più volte di ragazze “ben disposte” a venire in Italia per il primo incontro qualora l’uomo non possa viaggiare. Si precisa inoltre che in tal caso la “maggior parte” di esse paga da se le spese di viaggio… Ci sono due vastissimi cataloghi con profili di ragazze e donne Russe per incontrare le quali si riporta “non è necessario recarsi all’estero”. Io ho la sensazione che alcune di queste ragazze, potessi indagare a fondo vorrei sapere quante, in realtà aspettano sia l’uomo a partire. Se davvero fosse così non sarebbe corretto in quanto potrebbe anche essere interpretato come un sistema un po ambiguo per attirare una sempre maggiore clientela. Mi spiego meglio. Il problema economico non mi pare irrilevante e siamo in tempo di crisi. L’iscrizione è a tempo indeterminato, ma la relativa quota che ho versato si avvicina ai 3000 euro. Un uomo, leggendo quei messaggi pubblicitari, può facilmente convincersi di non dover più sostenere oneri finanziari per arrivare ad un incontro. Un viaggio nell’ex-URSS con permanenza di qualche giorno ha costi considerevoli (anche più di 1000 euro). Non può come ovvio essere garantito l’esito positivo degli incontri. Se questi non hanno un seguito le ragazze residenti sul posto non perdono niente, all’estero si alimenta un piccolo “business” mentre il cliente Italiano si è sobbarcato un’inutile spesa. Cosa ben più fastidiosa, a volte non è nemmeno garantita la buona fede delle ragazze che lo aspettano, le quali possono anche non essere realmente interessate. Questo l’ho purtroppo vissuto in prima persona in due tristi vicende (perdetti inutilmente 1200 euro) che avevo
segnalato con una lettera pubblicata su questo giornale il 7 ottobre 2012. La scorsa primavera ricevetti l’interessamento di una avvenente
ragazza Ucraina che mi augurò “buona fortuna” dopo aver appreso che non ero disposto a partire per l’est e che l’avrei aspettata senza fretta in Italia. Eppure ho stampato all’epoca un foglio (datato) in cui la sua fotografia in dimensione ridotta compare fra quelle di ragazze dichiarate disponibili all’incontro nel mio paese… Oggi questa stessa ragazza non risulta più disponibile al viaggio in Italia. Lo scorso mese di agosto una ragazza Russa aveva scritto di accettare con piacere il mio invito a venirmi a trovare nella mia città. Ma è stata la sua ultima lettera, a nulla sono valse tre lettere successive che le inviai e altre due all’agenzia con richiesta di chiarimenti. Nessuno ha risposto. Prima di farle la specifica domanda avevo fatto notare sia a lei che all’agenzia che il suo profilo rientrava nell’elenco delle “disponibili al viaggio “… Recentemente altre due ragazze Russe non hanno risposto alla mia lettera ed hanno disdetto misteriosamente il loro interessamento. Silenzio assoluto da parte di tutti anche in questi due casi. Io seleziono solo ragazze ufficialmente interessate al viaggio in Italia. Forse in realtà aspettavano fossi io a partire, e forse sono
state avvisate preventivamente che non sono disposto a farlo, del resto l’agenzia sa bene che non partirò mai più. Nel silenzio generale, visto che nessuno parla, penso sia almeno mio diritto esprimere tali sospetti. Una sola volta l’agenzia mi ha risposto che una ragazza accetta il viaggio in Italia solo se “conquistata” dall’uomo. Mi pare onestamente una risposta facile e troppo arbitraria, che garantirà la perenne “immunità” a loro e alle loro iscritte dinnanzi a tali curiosi interrogativi del cliente. Dopo questa nuova segnalazione temo seriamente che qualsiasi selezione farò troverà sempre una risposta negativa, a meno di trovare un soggetto realmente pronto a viaggiare. Ma visto l’andamento della situazione confesso di aver perso fiducia in merito. I contratti sono a tempo indeterminato, la pazienza di un essere umano no.  Ci sono anche alcune ragazze residenti in Italia, ma per me non è stato facile trovarne una con reciproco interessamento. Altre sono temporaneamente in Italia, ufficialmente in vacanza. Una di queste voleva vedermi, ma mi aspettava a Rimini (oltre 400 km da me) con disponibilità di una sola sera, magari giusto un’oretta… Ho rifiutato trovandolo inopportuno. Anche gli incontri “effimeri” non li trovo convincenti. Per me il livello motivazionale di queste ragazze è molto più forte nel caso di soggetti che vengono a trovarti a casa tua, magari a spese loro, e ti frequentano per qualche giorno. Ed è la situazione più conveniente per ogni uomo, che pare possa avverarsi facilmente stando ai messaggi promozionali del sito, ma almeno nel mio caso, dopo oltre due anni, non l’ho ancora ravvisata.

Lettera firmata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *